Macomer

Ragazzo di 18 anni ucciso brutalmente: sono 4 le persone arrestate

Una svolta tragica in una vicenda che aveva tenuto col fiato sospeso la comunità di Macomer e non solo

Ragazzo di 18 anni ucciso brutalmente: sono 4 le persone arrestate

Di: Agi


E' stato ucciso Manuele Careddu, il giovane di 18 anni, di Macomer scomparso lo scorso 11 settembre nell'Oristanese. Il ragazzo è rimasto vittima di un delitto efferato. A compierlo secondo l'atto di accusa della procura di Oristano, quattro giovani, quasi suoi coetanei, tra cui due minorenni che sono stati arrestati nella giornata di ieri.

Si tratta di Christian Fodde e Matteo Satta, ventenni di Ghilarza, di una giovane diciassettenne, residente ad Abbasanta, e di un altro diciassettenne residente, invece, a Ghilarza.

Sullo sfondo dell'omicidio, secondo quanto emerge, ci sarebbero questioni maturate in un giro di droga. I carabinieri del Reparto operativo di Oristano, al comando del tenente colonnello David Egidi, sono andati a prelevare i quattro ieri mattina assieme ai colleghi della compagnia di Ghilarza e del Reparto Cacciatori di Sardegna e li hanno trasferiti poi nella caserma dei carabinieri del comando provinciale di Oristano. 

I quattro giovani sono accusati di aver tratto in inganno Careddu, facendolo arrivare ad Abbasanta, la sera dell'11 settembre scorso e di averlo poi ucciso in maniera brutale, occultandone il cadavere.

Un omicidio premeditato, al momento, però, senza un elemento fondamentale: il corpo della vittima. I carabinieri non lo hanno trovato e le ricerche sono state intensificate. Ma gli inquirenti in mano avrebbero elementi di prova schiaccianti per contestare proprio l'accusa di omicidio. Quasi sicuramentesi tratta di intercettazioni che inchioderebbero i quattro alle loro gravissime responsabilità. 

Il fatto che ancora il cadavere non sia stato recuperato sta a significareche i quattro giovani non avrebbero fornito agli inquirenti elementi utili per il ritrovamento. Ieri pomeriggio il loro interrogatorio ha impegnato il procuratore della repubblica di Oristano Ezio Domenico Basso e il procuratore della repubblica dei minori di Cagliari Anna Cao, presenti anche i sostituti Chelo e Manganello. 

Un interrogatorio durato diverse ore e conclusosi quando in serata dalla caserma sono usciti alla spicciolata i legali difensori degli imputati, tra i quali l'avvocato Gianfranco Siuni. Poi il trasferimento incarcere dei quattro imputati: Fodde e Satta nell'istituto di Massama, a Oristano i minorenni in quello di Quartucciu.

Una svolta tragica in una vicenda che aveva tenuto col fiato sospeso Macomer e non solo.

La mamma di Manuele Careddu, Fabiola Balardi, aveva lanciato anche un accorato appello qualche giorno dopo la scomparsa delfiglio, invitandolo a tornare a casa. 

E un appello aveva lanciato anche il sindaco della cittadina Antonio Onorato
Succu. Il giovane, però, era già stato ucciso. 

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop