Bono

Agguato all'alba a Bono, fucilate contro il 32enne scampato alla morte

Pregiudicato, è riuscito a dare l'allarme

Agguato all'alba a Bono, fucilate contro il 32enne scampato alla morte

Di: Redazione Sardegna Live


Tentato omicidio, all'alba, lungo la strada che collega Bono ed Anela. In tutto il Goceano è caccia all'uomo. Erano le sei del mattino quando Renato Mameli, barista pregiudicato 32enne, è stato raggiunto da alcune fucilate mentre si recava nella sua campagna dove avrebbe dovuto accudire dei cani.

Il giovane è stato colpito di striscio al torace e, soccorso da un'ambulanza del 118 di Bono col supporto di una medicalizzata di Ozieri, è stato trasportato all'Ospedale San Francesco di Nuoro. Non sarebbe in pericolo di vita.

Sarebbe stato lo stesso Mameli a dare l'allarme chiamando i soccorsi con il suo cellulare da un podere vicino dove si era rifugiato. Nel 2010 per la vittima dell'attentato erano scattate le manette. Era stato ritenuto responsabile insieme ad un compaesano della coltivazione di 420 piante di cannabis e aveva patteggiato una pena di tre anni e otto mesi di reclusione.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Bono guidati dal capitano Matteo Paulis. I militari sono all'opera per cercare di ricostruire la dinamica e risalire agli autori dell'agguato. Disposti posti di blocco in tutto il territorio.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop