Cossoine

Monumenti Aperti: la “Seconda” di Cossoine

Un ricco programma di eventi in programma sabato 25 e domenica 26 maggio, con un’anteprima “Preistorica” per la scuola dell'infanzia ad Aidu Corru ‘e Oe

Monumenti Aperti: la “Seconda” di Cossoine

Di: Antonio Caria


“Dopo il successo della passata edizione vogliamo riproporre al pubblico i nostri piccoli tesori”. Sono queste le parole della Sindaca di Cossoine Sabrina Sassu che, per la seconda volta, ha deciso di aderire a “Monumenti Aperti”, manifestazione interamente dedicata alla cultura promossa dalla Imago Mundi Onlus.

Un’amministrazione, la sua, che non ha lasciato nulla al caso grazie a un ricco programma di eventi dedicati alla tradizione che partiranno già da giovedì 23 maggio alle 10.30 con “Un tuffo nella preistoria”, visite guidate e laboratori con i bambini della scuola dell’infanzia che si terranno presso il sito archeologico di Aidu Corru ‘e Oe.

Venerdì 24 alle 10.00, nel centro del paese, e alle 16:00, nei locali della casa parrocchiale,  si terrà “LEGàMi: Cossoine Arte, Archeologia, Comunità”. Sabato 25 alle 15:00  l’apertura della prima Giornata di Monumenti Aperti, con l’inaugurazione  nell’ingresso dei giardini pubblici.

Alle 16.00, nei locali del Centro sociale, sarà inaugurata la mostra fotografica “Arti e Riti delle Genti Prenuragiche”, curata dall’avvocato Toto Porcu in memoria dell’Archeologo e professore emerito Ercole Contu.

Dalle 16:30  avrà luogo la visita guidata (consigliato un abbigliamento adeguato) alla voragine di Mammuscone. Seguirà, al Centro sociale, la  proiezione dei filmati  sulle grotte di Sa Ucca ‘e su Peltusu, Sa Ucca ‘e su Tintirriolu e Monte Majore, a cura del TAG e del G.S.S.

Alle 19.30, nell’ingresso dei giardini pubblici, spazio alla musica con Rock&Blues, della Scuola Civica di Musica.

Domenica 26 dalle 8.30 e per tutta la giornata, Estemporanea di Pittura “Cossoine porta del Meilogu”. Alle 9.00 è in programma una passeggiata a cavallo, promossa dall’Associazione sportiva dilettantistica “Pegaso. Ci si dovrà prenotare entro venerdì 24 maggio.

Dalle 10.00 si andrà alla scoperta delle grotte di Sa Ucca ‘e su Peltusu a cura del TAG e del G.S.S. Il raduno è previsto nei locali Centro Sociale (per la visita guidata si richiede abbigliamento adeguato per percorso speleologico)

Alle 18.00, sempre nei locali del Centro sociale, sarà proiettato ildocumentario sul sistema carsico del Supramonte orientale, curato dal Team Su Molente Cave Project, . la serata sarà presentata da Roberto Loru del G.S.S.

Questi i monumenti che potranno essere visitati nelle due giornate (sabato 25 maggio dalle 15.00 alle 20.00 e domenica 26 maggio dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00): le Chiese di Santa Chiara, San Sebastiano, Santa Croce e Santa Maria Iscalas, l’area archeologica di Aidu Corru ‘e Oe e il museo di arte sacra. Le visite saranno curate dai volontari e dai ragazzi delle scuole

“Un patrimonio così articolato e diffuso non può essere tutelato se non con il coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni – queste ancora le parole della prima cittadina -. Un paese che ha nella sua storia millenaria, nelle sue profonde radici culturali e nei suggestivi paesaggi i suoi tratti essenziali”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop