Roma

I primi giorni di Legislatura per i parlamentari sardi: entusiasmo, selfie ed impressioni

Da Mara Lapia a Christian Solinas, da Ugo Cappellacci a Romina Mura. Il diario di bordo dei deputati e senatori isolani a Roma

I primi giorni di Legislatura per i parlamentari sardi: entusiasmo, selfie ed impressioni

Di: Pietro Lavena


Veti e trattative, accordi e colpi di scena. L'alba della  XVIII Legislatura è stata contrassegnata da momenti di tensione e imprevedibili convergenze. Il leader della Lega, Matteo Salvini, e il capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi di Maio, sono stati gli attori principali delle vicende che finiranno per disegnare uno scenario politico che sta cambiando inesorabilmente.

Sono 25 i parlamentari sardi che hanno assistito in presa diretta, dagli scranni di Montecitorio e Palazzo Madama, alle fasi che hanno portato alla presidenza di Senato e Camera per Elisabetta Casellati e Roberto Fico, alle scosse di assestamento interne al centrodestra, all'attesa rassegnata degli esponenti del centrosinistra.

Ecco come deputati e senatori sardi hanno vissuto questi primi giorni della nuova Legislatura.

Galvanizzata dall'eccezionale risultato nell'isola del suo partito, il Movimento 5 Stelle, l'avvocato Mara Lapia, eletta deputata nel collegio uninominale di Nuoro, ha documentato sulla sua pagina Facebook l'arrivo in Parlamento e le votazioni per la presidenza della Camera. "In quest'aula meravigliosa - ha scritto il primo giorno - si respira la storia della nostra Nazione. Una grande emozione. Adesso si inizia a lavorare sul serio. È una responsabilità enorme, c'è tanto da fare, ma sento un orgoglio e una felicità che non riesco nemmeno a descrivere. Grazie per la fiducia che avete riposto in me. Lavorerò sodo per non deludere nessuno. Sarà una lunga notte e un lungo fine settimana ma noi non molliamo. A riveder le stelle".

Dal Senato arrivano invece i commenti del pentastellato Ettore Licheri, avvocato sassarese eletto al plurinominale. Postando una foto che lo ritrae insieme agli altri sardi del M5s scrive: "Fuori il clamore dei riflettori, dentro il silenzio dell’applicazione. Studio, formazione delle prassi e regolamenti, il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle ha cominciato a lavorare. Intelligenze e professionalità al servizio della nuova Repubblica: la Repubblica dei cittadini".

Paola Deiana, impiegata del comune di Alghero, è la neodeputata grillina eletta nel proporzionale nord. Dopo la proclamazione di Roberto Fico quale presidente della Camera ha scritto: "Oggi la sovranità popolare è stata riconosciuta... abbiamo fatto la storia. A rappresentare la Camera dei Deputati sarà un cittadino prestato alla politica, Roberto Fico".

Appaiono sorridenti il commercialista cagliaritano Ugo Cappellacci e l'avvocato nuorese Pietro Pittalis, eletti alla Camera col proporzionale fra le fila di Forza Italia. L'ex governatore della Sardegna scriveva: "Oggi la prima riunione alla Camera dei Deputati. La missione è dare più voce alla Sardegna, portare in politica il coraggio della nostra comunità. Con il vostro aiuto e il vostro contributo di idee, di valori, di sana passione politica ce la faremo. Sardegna, coraggio!".

Sempre fra i forzisti è stato eletto al Senato l'ex sindaco di Cagliari Emilio Floris che commenta con particolare soddisfazione l'elezione della senatrice Casellati alla presidenza di Palazzo Madama: "I miei auguri e complimenti a Maria Elisabetta Alberti Casellati, prima donna a ricoprire l’incarico di Presidente del Senato. Una persona di grande spessore, competenza e senso delle Istituzioni. Sono certo che il suo apporto costituirà un grande valore aggiunto per la crescita del nostro Paese".

Anche l'imprenditore cagliaritano Christian Solinas, segretario del Partito Sardo d'Azione e neoeletto senatore, può dirsi soddisfatto dei risultati ottenuti. Il Psd'Az è tornato in Parlamento dopo 22 anni grazie all'accordo con la Lega di Matteo Salvini che oggi si propone per disegnare le geometrie di governo. Solinas, che il 4 marzo oltre che in Sardegna era candidato a Milano, oggi siede sui banchi di Palazzo Madama insieme ai colleghi del Carroccio ed è stato anche eletto vicepresidente del gruppo Lega-Psd'Az al Senato.

La sindaca di Sadali Romina Mura, eletta alla Camera dei Deputati già nel 2013, è stata riconfermata nel collegio plurinominale Sud il 4 marzo fra le fila del Partito Democratico. Sulla sua pagina Facebook ha condiviso la foto del tesserino da deputata accompagnato dal post: "Accreditamento fatto.. Nuovo tesserino pronto. E poi si parte da qui.. dai gruppi parlamentari. Oggi per la prima volta dopo il 4 marzo, ci ritroviamo. Rieletti ed eletti del Partito democratico. Domani inizia la XVIII legislatura. Di fatto una nuova fase istituzionale e politica. Coraggio. Non c’è tempo da perdere. Tracciamo la strada e #avanti! Io sono pronta".

L'imprenditore cagliaritano Salvatore "Sasso" Deidda, anch'egli deputato, è stato eletto nel collegio plurinominale Sud con Fratelli d'Italia e ha raccontato puntualmente i suoi primi giorni di lavoro a Montecitorio. "Non dite o scrivete mai 'Sasso è arrivato in Parlamento'. Io, noi non siamo arrivati. Non siamo qui per schiacciare un pulsante o fare presenza. Non mi basta essere qui a fare numero. Essere in Parlamento è solo uno strumento per amplificare la nostra voce, per dare più forza alle nostre battaglie. Si arriva solo quando le vedi realizzate."

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop