Sassari

Il “Sardinia Film Festival” conquista Roma

Applausi nella capitale per la presentazione della tredicesima edizione della rassegna cinematografica

Il “Sardinia Film Festival” conquista Roma

Di: Antonio Caria


Si è chiusa con successo la presentazione a Roma, della tredicesima edizione del “Sardinia Film Festival”. Un doppio appuntamento, il primo dei quali si è tenuto nella Biblioteca del Cinema “Umberto Barbaro”, presso il Villino Corsini - Villa Pamphilj, dove è stata presentata la Mediateca internazionale del cortometraggio del Cineclub Sassari.

Un raccolta contiene prodotti storici in Super 8, filmati dei soci del cineclub, lavori degli autori del festival e si è ampliata con l’arrivo del digitale. Oggi, infatti, raccoglie le schede tecniche di 17mila titoli ed è un punto di riferimento a livello nazionale per quanto riguarda il cortometraggio.

La presentazione, coordinata dal direttore artistico Carlo Dessì, ha visto la presenza di Anna Maria Calvelli (Presidente della biblioteca e moglie del fondatore Mino Argentieri), Angelo Tantaro (Presidente del Sardinia Film Festival), Mauro Cagnina (Presidente della Commissione tecnico-artistica della Regione Sardegna), l’attrice Daniela Igliozzi (moglie del noto artista Armando Bandini), Marco Asunis e Stefano Pierpaoli. Inoltre, è stata proiettata una serie di film della Mediateca, tra cui alcuni lavori di Bonifacio Angius e Marco Antonio Pani.

Il secondo appuntamento ha avuto luogo nel Gremio dei Sardi. Gli onori di casa sono stati fatti dal Presidente Antonio Maria Masia, che ha espresso notevole apprezzamento per questa iniziativa, che dà il via alla collaborazione «con un festival che dà lustro all’isola nel mondo».

Il programma è stato presentato dal Direttore artistico Carlo Dessì, che ha introdotto gli interventi del direttore della Ficc, Marco Asunis, di Stefano Pierpaoli di Cinemanchio e dell’editore Sandro Teti. tenore Francesco Demuro, in questi giorni impegnato a Napoli per lavoro, ha voluto inviare un suo personale video-saluto.

Protagonista della serata è stata la madrina del Premio cinematografico, Cecilia Mangini, la prima documentarista donna in Italia che, introdotta da Mariangela Barbanente, ha raccontato al pubblico il suo legame con i sardi e con la Sardegna.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop