S'Ainu Orriadore | Scano di Montiferro


DESCRIZIONE DELLA MASCHERA

S'Ainu Orriadore (l'asino che raglia) è una figura demoniaca che trae origine da un'antica credenza popolare nel paese di Scano di Montiferro. Si racconta che quando stava per morire qualcuno, nelle vie del paese comparisse S'Ainu Orriadore, ossia il demonio che voleva impossessarsi dell'anima dello sventurato sul letto di morte.

Si presentava sotto forme diverse, assumendo sembianze d'asino, bue o cane bianco con faccia scarna, piedi d'asino o zampe di gallo. Quando non riusciva nel suo intento si dileguava verso il cimitero dell'oratorio di San Nicolò, emettendo "orulos" (ragli e suoni che non somigliavano in realtà a nessun animale) misti a pianto, stridio di catene e campanacci, incutendo così tra la gente paura e terrore.


Tra credenza e suggestione, ancora oggi a Scano di Montiferro possiamo ascoltare testimonianze di persone anziane che raccontano di aver sentito o visto S'Ainu Orriadore, descrivendo tale figura demoniaca in ogni particolare.

Tali testimonianze e l'ulteriore studio e ricerca di alcuni appassionati di storia locale hanno agevolato la ricostruzione della maschera. Nell'edizione del carnevale del 1994 è ricomparsa, ricomposta con cura e attenzione ai particolari, la figura de S'Ainu Orriadore impersonata all'epoca dal fondatore dell'Associazione stessa.


La parte della maschera che copre il viso è detta "sa carruga", realizzata con bacino d'asino, bue o vacca viene sostenuta da tiranti in pelle che formano una sorta di imbragatura attorno alla testa. Il copricapo è realizzato con pelle di capra di colore scuro che copre la parte posteriore del capo. La mastrucca a mezza manica, "sa zimarra", è lunga fino a metà gamba, realizzato con pelli di ariete di colore bianco.

I pantaloni, "sos calzones", sono realizzati in fustagno o velluto nero. Gli scarponi di colore nero, realizzati artigianalmente in cuoio ingrassato, sono chiusi da "sas corrias" in pelle.

"Cadenas", "sonazzas" e "fuste" (catene, campanacci e bastone) vengono utilizzati a completamento del costume e per rievocare quei suoni particolari che un tempo incutevano tra la gente paura e terrore.

TUTTE LE MASCHERE ETNICHE PROTAGONISTE

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop