Gruppo Folk "Texile" | Aritzo


STORIA DELL'ASSOCIAZIONE

Il Gruppo Folk “Texile” di Aritzo nasce intorno alla fine degli anni ’60, composto da numerosi giovani del paese desiderosi di riprendere le vecchie tradizioni popolari ormai perdute. Il Gruppo prende il nome da un tacco calcareo posto frontalmente all’abitato, diventato ormai simbolo del paese. La leggenda narra che dalla sua cima, suggestivamente denominata anche “Sa Trona de Santu Efis”, Sant’Efisio abbia predicato la fede cristiana alle popolazioni barbaricine e che, al momento della conversione, le valli e i colli circostanti si siano ricoperti dei fitti castagneti che costituiscono tuttora una delle ricchezze della zona.

Il gruppo vantava al suo attivo molteplici apparizioni nelle principali manifestazioni culturali e folkloristiche della Sardegna come la Festa di Sant’Efisio a Cagliari, la Cavalcata Sarda a Sassari, la Festa del Redentore a Nuoro e la Sartiglia di Oristano. I costumi del paese presenziavano a questi eventi almeno dagli anni ’40, successivamente il gruppo si sciolse e ricompose diverse volte sino ad arrivare ai giorni nostri, costituendosi nel gennaio 2012 in associazione.

L’attuale formazione è composta da circa 30 elementi, e non solo riprende le vecchie tradizioni ma cerca di trasmetterle alle nuove generazioni.

Il gruppo si è esibito anche all’estero affiancando per due volte le esibizioni del Coro “Bachis Sulis” in Germania.

I balli eseguiti sono il “Ballu tundu”, “Su Frore”, “S’Istella”, “Sa Danza”, “Su Dillu”, “Su passu torrau”,  “Sa presentada” e tanti altri.


ABBIGLIAMENTO FEMMINILE

Il costume femminile è composto dai seguenti capi:

- “Sa camisa”:lunga camicia di lino o cotone finemente ricamata sul petto e sulle maniche, è aperta fino alla vita e vene chiusa solo dietro la nuca con un bottone. Il colletto ha due asole le quali vengono legate con un fiocco rosso dove si fissano i bottoni di filigrana d’oro.

- "Su cosso":busto strettissimo in broccato ricamato con ricami floreali senza maniche chiuso davanti sotto il seno con un nastro di raso di diversi colori.

- "Su cippone attrinau": giubbino in velluto scarlatto ornato sulle spalle con un materiale di seta di diversi colori.

- "Sa cinta":grembiule a forma di parabola o lingua in velluto rosso con ricami ai lati in tessuto di seta fiorito. Poteva anche essere liscio.

- "Su sautzu": gonna di orbace rosso lunga fino ai piedi e allacciata con dei lacci sui fianchi.

- "Su velu e tullu": ampio scialle bianco di tulle finemente ricamato, lo indossano le spose o le ragazze molto giovani nelle grandi occasioni. Esso circonda completamente il viso e viene rigirato intorno al collo.

- "Su cappucciu": cappuccio in panno rosso o nero, copriva il capo e le spalle come un velo monacale. Lascia scoperto solo il viso e viene agganciato sotto il mento.

- "S’iscialle": copricapo di seta quadrato ricamato, usato al posto del cappuccio, piegato a triangolo, abbellito da frange tutto intorno e da un bellissimo ricamo a fiori.

L’abito da vedova era uguale, ma i pezzi che lo compongono venivano tinti di nero ed era privo di ricami.


ABBIGLIAMENTO MASCHILE

Il costume maschile è così composto:

- “Sa berritta”: copricapo di panno nero, si indossa piegata su sé stessa o facendola ricadere dietro il capo.

- “Sa camisa”:ampia camicia di tela bianca ricamata e arricchita nel petto e nei polsini.

- “Su cosso”:corpetto in velluto blu decorato da catene e bottoni in argento.

- “Su cippone”:giacca corta con fodero in velluto blu, le maniche sono aperte nell’avambraccio.

- “S’istabedde”:giaccone senza maniche in pelle di vitellino.

- “Is calzones”:braghe di lino o cotone bianco, corti a mezza gamba, rimboccate in basso nelle calze di orbace.

“Su calzone de lana” o “arrestranga”: gonnellino fatto di orbace nero che si indossa sopra gli altri indumenti.

“Sa brentrera”: cinturone in pelle che fungeva da piccolo borsello.

“Is calzas”: calze di orbace nero usate per proteggere le gambe, coprono parte delle scarpe.

TUTTI I GRUPPI FOLK PROTAGONISTI

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop