Gruppo Folk "Su Gologone" | Oliena


STORIA DELL'ASSOCIAZIONE

Il Gruppo Folk "Su Gologone" di Oliena, che prende il nome dalla sorgente omonima sita in un'amena località a 8 km dal paese, è stato fondato nel 1970 da un gruppo di appassionati. L'associazione è sorta non solo per soddisfare un’esigenza di divertimento, ma anche come elemento di stimolo alla comunità per consentire la conservazione e la valorizzazione della tradizione folcloristica.

Il gruppo è un punto di riferimento per i giovani intenzionati ad accostarsi alle tradizioni così da farle proprie e tramandarle come elemento vivo e vitale di un popolo. La formazione, in tutti questi anni, ha partecipato a moltissimi festival nazionali e internazionali fra cui anche tante edizioni dell’Europeade.


ABBIGLIAMENTO FEMMINILE

I capi che costituiscono il costume femminile sono:

- "sa tunica", la gonna ampiamente plissettata in finissimo orbace rosso scuro, ornata nella balza inferiore da una striscia di raso ricamata o dipinta a fiorami;

- "sa vranda", grembiule in drappo di seta ricamato a motivi floreali;

- "sa hamisa", la camicia in tela azzurro pallido di cotone increspata sul collo e nei polsi, le maniche ampie e in vista anche dopo aver indossato il giubbetto. E' ornata ai polsi e sul petto da finissimi pizzi e ricami eseguiti in basso rilievo;

- "su gipone", giubbetto di panno abbellito a mosaico con stoffe o broccato a seconda della classe di appartenenza;

- "sas isharpas", le scarpe, sono di fattura locale con pelle di vitello e ornate con nastri di seta.

Ma l’elemento che caratterizza il costume femminile di Oliena è sicuramente il copricapo, "su muncadore", costituito da uno scialle in lana piegato a triangolo ricamato con fili di seta e poi ricoperto da fili d’oro e pietre dure.

I gioielli sono di fondamentale importanza poiché ogni singolo elemento, oltre ad avere una funzione ornamentale, ha anche un significato simbolico e protettivo. Vengono infatti regalati solitamente dalla suocera alla nuora. Sono "sa gutturada", collana in corallo e oro per l’unità familiare; "sos buttones", i bottoni in oro come augurio di virilità o prolificità; "s’isprugadente" e "su coco", amuleti contro il malocchio; "su sole", pendente d’oro sul collo femminile che simboleggia l’amore familiare.


ABBIGLIAMENTO MASCHILE

Il costume maschile è più semplice. E' costituito da:

- "su gipone", giubbetto di panno rosso ornato con strisce di velluto o broccato;

- "sa hamisa", camicia in tela con colletto e polsi ricamati;

- "su carcione de uresi", calzone in orbace;

- "sa hintoglia", cintura in pelle finemente intarsiata.


CURIOSITA'

Il repertorio del gruppo è costituito dai principali balli tipici di Oliena: "su passu torrau", "su ballu tundu", "su dennaru", "s’arciu", "s’arciu antihu" e "su durdurinu".

Mentre passu torrau, ballu tundu e dennaru presentano una certa facilità nell’esecuzione e si possono assimilare ai balli di quasi tutta la Sardegna, s’arciu, s’arciu antihu e su durdurinu sono assai impegnativi. Essi sono tutti molto antichi. Si sono conservati nel tempo e tramandati di padre in figlio. In particolare su durdurinu, ballo di Oliena per eccellenza, è il più antico e misterioso. La sua origine, probabilmente pagana, è ignota. Esso è ballato da abili ballerini accompagnati da una voce monodica che a tratti si intervalla con il ritmo dei passi.

Ancora oggi è tradizione eseguire questi balli in piazza in occasione di feste religiose, matrimoni, carnevale o qualunque altro evento che si voglia “solennizzare”. I balli vengono accompagnati anche dal suonatore di organetto o dal canto a tenore.

TUTTI I GRUPPI FOLK PROTAGONISTI

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop