Gruppo Folk "Pro Loco" | Gavoi


storia dell'associazione

Il Gruppo Folk "Pro Loco" di Gavoi si è costituito negli anno ’60 ed è composto da persone animate dal comune interesse per i particolari aspetti della cultura tradizionale, rappresentati dalla musica, dal ballo e dall’abbigliamento.

I componenti del gruppo non hanno avuto bisogno né di ricostruire il vestiario, né di riscoprire i balli in quanto il patrimonio delle tradizioni è ben conservato nel paese. Ma si sono sempre posti come obbiettivo principale quello di fare da stimolo per la comunità, sopratutto per i giovani, perché prendano coscienza che il ricco patrimonio culturale del loro centro deve essere conservato e valorizzato.


ABBIGLIAMENTO FEMMINILE

Il costume femminile si presenta in tre diverse tipologie:

- Su vardellinu, è il costume da festa per eccellenza caratterizzato da su capuzzu, piccola mantiglia di panno rosso bordato da un nastro e un pizzo nero che copre il capo. Questo si appunta poi a su camussu, cuffia di panno verde guarnita con nastro operato, trine argentate e nastri colorati. La gonna si presenta completamente plissettata terminante con una balza formata da un nastro operato, trine argentate, gallone dorato e nastri colorati alternati tra loro.

- Sa beste ‘e pannu, è il costume antico da sposa che si distingue per la sua semplicità ed eleganza. E’realizzato interamente in panno di colore marrone e rifinito da balze di seta ricamate o dipinte amano. Il capo viene ricoperto da un semplice mucadore di seta.

- Sa bardetta, è il costume tipico da vedova, realizzato interamente in panno nero e accompagnato sempre da un mucadore come copricapo. Le donne si adornano con svariati gioielli in oro e argento che rendono ancora più prezioso il costume.


ABBIGLIAMENTO MASCHILE

Il costume maschile è più austero. Rimasto invariato nel tempo, si presenta quasi interamente in orbace nero.E’ caratterizzato da su cosso, un gilet in panno rosso chiuso al centro a doppio petto con dei bottoni inargento. Sul capo si porta rigorosamente sa berritta realizzata tutta in panno nero.


CURIOSITA'

Circondato dai monti del Gennargentu e lambito da corsi d’acqua, Gavoi è un borgo situato nel cuore della Barbagia. Popolato da circa tremila abitanti, si inerpica a quasi 800 metri d’altezza, in posizione invidiabile, al centro di un territorio di oltre tremila ettari ricoperto per due terzi da boschi di lecci, roverelle, castagni, agrifogli, noci e ciliegi.

Il suo centro storico è molto suggestivo, esso è costituito da case solide di granito, la pietra locale lavorata da “sos picaperderis” (tagliatori di pietre) dai tetti rossi e dai particolari balconi in legno o ferro battuto che riversano sulle vie cascate di gerani in fiore.

A due chilometri dal paese si estende il lago di Gusana, ideale per escursioni in canoa e per la pesca sportiva. In passato, Gavoi era rinomato per la produzione di speroni e di morsi per cavalli, per la produzione di coltelli e la fabbricazione e commercializzazione dei tessuti di orbace ad opera dei venditori ambulanti “sos Zillonarjos”, che a cavallo viaggiavano per tutta la Sardegna.

Secolare è la tradizione degli orafi e argentieri che vendevano i primi manufatti e gioielli tradizionali in tutta l’Isola. Il fiore all'occhiello delle produzioni alimentari di Gavoi è il formaggio pecorino Fiore Sardo che si produce secondo antiche e particolari tecniche di lavorazione artigianale.

TUTTI I GRUPPI FOLK PROTAGONISTI

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop