Cagliari

Cagliari-Torino 4-2, i rossoblù tornano quelli del girone d’andata e schiantano il Toro

Un Cagliari ritrovato batte il Torino 4-2 e raggiunge il Verona a quota 38 punti.

Cagliari-Torino 4-2, i rossoblù tornano quelli del girone d’andata e schiantano il Toro

Di: Marco Orrù, foto Cagliari Calcio


Un Cagliari ritrovato batte il Torino 4-2 e raggiunge il Verona a quota 38 punti. Una bellissima partita da parte dei rossoblù, con l’unica pecca dei due gol subiti tra il 60’ e il 65’. Ha aperto le marcature Nandez con un gran gol, ha raddoppiato Simeone e ha poi triplicato Nainggolan con l’ennesimo gol stupendo del suo campionato. Poi, come detto, il tentativo di rimonta granata, spento poi dal rigore di Joao Pedro del definitivo 4-2. Ottimo l’esordio dal 1’ del giovane Carboni, ma bene anche Walukiewicz dietro. Ora, nel turno infrasettimanale, la sfida al Dall’Ara di Bologna.

LA CRONACA. Mister Zenga dà fiducia al giovane Carboni in difesa, classe 2001, al posto dell’infortunato Klavan insieme a Ceppitelli, al rientro, e Walukiewicz. A centrocampo ecco il grande ritorno di Radja Nainggolan che gioca titolare insieme a Nandez e Rog a centrocampo, con Lykogiannis e Mattiello sulle fasce. Davanti, il tandem Simeone-Joao Pedro. Parte subito forte il Toro che nei primi 3’ si presenta un paio di volte in area di rigore rossoblù, concludendo alto. Al 5’ prima conclusione sarda con Joao Pedro che da fuori calcia col destro, palla di poco a lato. Al 12’ il Cagliari passa in vantaggio: calcio d’angolo dalla sinistra, la difesa respinge, Nandez da fuori area calcia al volo col destro, palla all’angolino imparabile per Sirigu.

Al 17’ il Cagliari raddoppia: Lykogiannis dalla fascia sinistra mette una bella palla invitante su imbucata di Nandez, palla dentro e per Simeone è un gioco da ragazzi battere Sirigu. Al 25’ punizione di Edera, Cragno non trattiene, il Toro chiede poi un rigore per uno scontro Bremer-Simeone, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 37’ Belotti si presenta solo davanti a Cragno, ma il portiere rossoblù è miracoloso sulla conclusione dell’attaccante granata, riscattando la mezza indecisione di prima. Al 42’ l’arbitro concede un calcio di rigore al Cagliari per fallo di mano di Nkoulou su cross di Nandez, ma lo stesso direttore di gara cambia idea dopo il consulto al Var e dopo aver visto che il difensore granata ha preso la palla più con la spalla che con il braccio. Il primo tempo si chiude col Cagliari in vantaggio 2-0.

Nella ripresa, dopo appena 50 secondi, Nainggolan triplica per il Cagliari: azione percussione centrale del belga, tiro da fuori col sinistro, palla sul palo e poi in rete. Al 56’ conclusione da fuori di Edera, Cragno in due tempi para. Al 60’ i granata accorciano le distanze con Bremer. Al 61’ cross di Nandez dalla destra, Sirigu respinge, arriva Rog che però da fuori calcia alto! Tre minuti dopo il Torino accorcia ancora le distanze con Belotti, tiro al volo dopo il corner di Verdi. Al 68’, calcio di rigore per il Cagliari per fallo di Nkoulou su Pellegrini, appena entrato: batte Joao Pedro e segna il gol del 4-2. All’80’ Carboni viene ammonito per un fallo su Izzo, ma sembra che a commettere fallo sia il difensore granata, grandi proteste rossoblù che portano all’espulsione di Carli. Serie di cambi nel finale, cinque minuti di recupero, ma il match si chiude con la vittoria del Cagliari.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop