Sport

Nuoto, Barelli: “Gara aperta per i transgender? C'è apertura, ma aspetti medico-scientifici da valutare”

La Fina ha intenzione di stabilire una categoria per gli atleti "indipendentemente dal loro sesso, sesso legale o identità di genere"

Nuoto, Barelli: “Gara aperta per i transgender? C'è apertura, ma aspetti medico-scientifici da valutare”

Di: Redazione Sardegna Live


"Competizione aperta per transgender? Mi sembra che ci sia una commissione per valutare questa opportunità, è ancora qualcosa da venire, ci sarà una questione di uniformità da affrontare. Mi sembra una dichiarazione di apertura ma ci sono degli aspetti medico-scientifici da valutare".

Lo ha detto il presidente della Federnuoto Paolo Barelli all'Adnkronos sulla decisione dell'ente del governo mondiale del nuoto, la Fina, in occasione dei Mondiali in corso a Budapest, di vietare agli atleti che hanno attraversato la pubertà maschile di correre negli eventi femminili.

Inoltre, la Fina ha deciso che istituirà un gruppo di lavoro con l'obiettivo di stabilire una categoria di competizione aperta, per gli atleti "indipendentemente dal loro sesso, sesso legale o identità di genere".

Correlati

Il nuovo shop di Sardegna Live

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop