Cagliari

Cagliari, i numeri di una stagione a rischio

AAA cercasi Cagliari disperatamente. I risultati del club rossoblù delle ultime settimane stanno trasformando una stagione da positiva a fortemente negativa, con i fantasmi della scorsa stagione, e la salvezza agganciata all’ultimo tuffo, che stanno tornando inesorabilmente.

Cagliari, i numeri di una stagione a rischio

Di: Marco Orrù


In attesa di trovare i colpevoli e capire le cause di questa débâcle, peraltro non nuova in casa Cagliari, visto l’andamento simile anche delle scorse stagioni, analizziamo qualche numero. I ragazzi di Maran hanno conquistato fin qui solamente 4 vittorie dall’inizio del campionato (0-1 con l’Atalanta a Bergamo, 2-0 col Bologna, 2-1 col Chievo e 1-0 col Genoa, tutti successi conquistati alla Sardegna Arena); di queste vittorie, solo una è arrivata nelle ultime 13 partite, nelle quali sono sono stati portati a casa solamente 8 punti, tra cui quello rocambolesco conquistato contro la Roma.

Il bottino di 21 punti messi in cassaforte fin qui è ancor minore di quello ottenuto lo scorso anno con lo stesso numero di partite giocate: +2 per l’allora squadra di Diego Lopez. E se andiamo indietro di due stagioni, con Rastelli in panchina, i punti di ritardo dei Maran boys rispetto a quella squadra sono addirittura 6, 27 contro i 21 attuali. 

Occhio anche ai numeri riguardanti i gol fatti e quelli subiti: con 19 gol, a parimerito con il Chievo ultimo, il Cagliari è il terzo peggior attacco del campionato dopo Udinese e Bologna. Tolto Pavoletti, capocannoniere rossoblù con 7 gol, latitano le reti delle altre punte: 4 per Joao Pedro, 3 per Farias, 1 per Sau; considerando che questi ultimi due non fanno più parte della rosa del Cagliari, ecco che la situazione si fa davvero difficile. Con Birsa e Thereau infortunarti, con Cerri che rientra da un infortunio, ma che ha già fatto vedere di non essere propriamente un bomber, e col bulgaro Despodov ancora tutto da scoprire, inevitabilmente ci si dovrà aggrappare a Joao Pedro, sfortunato a San Siro, e al solito Pavoletti. 

Per quanto riguarda i gol subiti, 34, i sardi hanno solo 6 squadre che hanno fatto peggio: Sassuolo, Genoa, Bologna, Empoli, Frosinone e Chievo. 

Il presidente Giulini, dopo la brutta sconfitta di Sassuolo e alla vigilia del trittico di partite Atalanta-Milan-Parma, aveva chiesto alla sua squadra almeno tre punti per invertire la rotta. Viste le due sconfitte contro neroazzurri e rossoneri, è facile capire che sabato alle ore 18 alla Sardegna Arena contro il Parma l’unico risultato a disposizione per i rossoblù è la vittoria. Il Dg Mario Passetti, infine, nelle scorse ore ha affermato che mister Maran non è a rischio: “Allenatore in discussione? Il nostro modo di lavorare è quello di cercare soluzioni, non colpevoli. Mister Maran non è in discussione, la proprietà lo ha ribadito più volte anche recentemente. Tutta la società sta lavorando per preparare al meglio la partita con il Parma, è il nostro unico obiettivo: tutti assieme ne veniamo fuori”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop