Assemini

Le miniere di San Leone da salvare, tra cunicoli, storia ottocentesca e gallerie sotterranee. VIDEO

Un reportage alla riscoperta di un sito ad oggi accessibile ai più, pieno di fascino e cultura degli ex minatori

Le miniere di San Leone da salvare, tra cunicoli, storia ottocentesca e gallerie sotterranee. VIDEO

Di: Alessandro Congia


Tra le meraviglie della Sardegna, anche una miniera da salvare, quella di San Leone, tra Assemini e CapoterraUn dedalo di gallerie sotterranee, immense sale estrattive, sulle quali sorsero alla fine del 1800 palazzo e opifici industriali, oggi abbandonati.

È quanto resta della miniera di San Leone, un patrimonio di storia e di archeologia che è stato mostrato da Marcello Polastri durante lo speciale “Alla ricerca delle colonne d’Ercole”, dedicato alle bellezze storico-ambientali  e identitarie della Sardegna.

“Questa miniera da salvare – afferma lo scrittore e giornalista, Marcello Polastri - ha un fascino del tutto speciale, con le sue meravigliose storie legate al francese Leon Gouen, che venne nella nostra Sardegna per impiantare industrie, creando un ponte ideale con la Francia ai tempi di una vera e propria rivoluzione industriale”. 

VIDEO

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop