Villasimius

Il mare in Sardegna: uno sguardo mille colori

L'Area Marina Protetta di Capo Carbonara, ubicata nell'estremità sud - est della Sardegna è suddivisa in due ampie baie dal promontorio granitico di Capo Carbonara e l'Isola dei Cavoli

Il mare in Sardegna: uno sguardo mille colori

Di: Redazione Sardegna Live


Un primo insediamento nell’area di Villasimius fu fondato dai Punici anche se le numerose testimonianze già documentano l’antica frequentazione del territorio. Luogo di rilevante importanza strategica.

Nel Medioevo si sviluppa il villaggio Carbonara, con economia florida basata sulla produzione del carbone (fino alla conquista aragonese). Poi per decenni fu landa deserta frequentata solo dai pirati. Le terre sfruttate dai pastori, unici in grado di fronteggiare gli arabi.

L'Area Marina Protetta di Capo Carbonara, ubicata nell'estremità sud - est della Sardegna è suddivisa in due ampie baie (orientale e occidentale) dal promontorio granitico di Capo Carbonara e l'Isola dei Cavoli.

In questo tratto di costa si riconoscono ambienti di rupi costiere, di coste sabbiose, di zone umide e di ambienti rimboschiti.

La diversità della linea di costa è determinata essenzialmente dal moto ondoso che incessantemente ed insieme al vento esercita l'azione erosiva, levigatrice. Il vento, una nota caratteristica della zona che insieme al mare ed ai corsi d'acqua a carattere stagionale trasportano i sedimenti alimentando di preziose "sabbie" i litorali.

Un'alternanza di piccole e grandi spiagge incastonate tra i promontori rocciosi che sono la prosecuzione verso il mare delle creste rocciose appartenenti al massiccio granitico Serpeddì - Sette Fratelli (Regione storico-geografica del Sarrabus).

È all'incessante e ciclico processo di demolizione dei substrati rocciosi, alimentato dal vento e dall'energia delle masse d'acqua (le onde), che si deve collegare la presenza delle candide spiagge.

Le spiagge di Villasimius generano sensazioni di grande fascino estetico e dal punto di vista naturalistico, sono il risultato di primordiali equilibri dinamici tra i sedimenti di origine terrestre e quelli di origine marina in stretta relazione con l'andamento del clima mediterraneo in generale e del clima locale in particolare.

Osservando le diverse spiagge, si coglie la straordinaria diversità del quadro paesaggistico che da molti punti di vista e prospettive, l'immaginario collettivo descrive come bello, suggestivo, spettacolare, fantastico.
La loro originalità è figlia di antichissimi, complessi e unici fenomeni naturali (climatici, geologici e biologici) e di meno antichi fenomeni antropici (le cave, le torri, ecc.). Si tratta di episodi irripetibili, unici e dal carattere mediterraneo i cui tratti debbono essere salvaguardati perché sono patrimonio di tutti, oggi e per tanto tempo ancora.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop