Cagliari

Covid, nuova ordinanza di Solinas: mascherine h.24 e test sui passeggeri in arrivo in Sardegna

Ecco il documento numero 43, datato 11 settembre 2020, firmato dal Governatore in tarda serata

Covid, nuova ordinanza di Solinas: mascherine h.24 e test sui passeggeri in arrivo in Sardegna

Di: Alessandro Congia


Il Governatore della Sardegna, Christian Solinas, a tarda serata, ha firmato l'ordinanza numero 43 che recita di fatto "𝑼𝒍𝒕𝒆𝒓𝒊𝒐𝒓𝒊 𝒎𝒊𝒔𝒖𝒓𝒆 𝒔𝒕𝒓𝒂𝒐𝒓𝒅𝒊𝒏𝒂𝒓𝒊𝒆 𝒖𝒓𝒈𝒆𝒏𝒕𝒊 𝒅𝒊 𝒄𝒐𝒏𝒕𝒓𝒂𝒔𝒕𝒐 𝒆 𝒑𝒓𝒆𝒗𝒆𝒏𝒛𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒅𝒊𝒇𝒇𝒖𝒔𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒆𝒑𝒊𝒅𝒆𝒎𝒊𝒐𝒍𝒐𝒈𝒊𝒄𝒂 𝒅𝒂 Covid-19 𝒏𝒆𝒍 𝒕𝒆𝒓𝒓𝒊𝒕𝒐𝒓𝒊𝒐 𝒓𝒆𝒈𝒊𝒐𝒏𝒂𝒍𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝑺𝒂𝒓𝒅𝒆𝒈𝒏𝒂".

Le misure preventive non si applicano ai soggetti che esercitano attività funzionali ad organi costituzionali; all’equipaggio dei mezzi di trasporto; al personale viaggiante su navi e aerei, per motivi di lavoro e salute; in tutte le altre ipotesi previste all’art. 6, commi 6 e 7 del Dpcm 7 agosto 202.

Tutti i soggetti che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in Sardegna, sono tenuti a registrarsi prima dell’imbarco utilizzando l’apposito modello da compilare ed inviare per via telematica, in conformità a quanto indicato nella sezione “ _Nuovo Coronavirus_ ” della home page del sito istituzionale della regione Sardegna (www.regione.sardegna.it) o mediante l’applicazione “Sardegna Sicura”. All’interno della suddetta registrazione potrà essere inserita anche quella dei minori a carico.

Ciascun passeggero dovrà presentare copia della ricevuta di avvenuta registrazione unitamente alla carta d’imbarco e ad un documento d’identità in corso di validità.

Tutti i viaggiatori in arrivo in Sardegna sono altresì tenuti a sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Ai passeggeri in partenza verso la Sardegna è vietato l'imbarco nel caso venga rilevata una
*temperatura uguale o superiore a 37,5°C* . Le società di gestione
aeroportuale e l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna provvedono ad una nuova misurazione della temperatura ai passeggeri in arrivo negli scali sardi;

Compilare la scheda di ricerca di possibili pregressi infezione o contatto col Coronavirus, dando eventualmente anche il proprio consenso all’effettuazione
dell’indagine epidemiologica regionale.

A partire dal 14 settembre 2020, i passeggeri che si presentino sul territorio regionale privi della necessaria certificazione, accettano di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone entro 48 ore dall’ingresso nel territorio regionale, a cura dell’azienda sanitaria locale di riferimento ovvero presso una struttura privata accreditata. A tal fine gli stessi passeggeri, anche se asintomatici, sono obbligati a comunicare immediatamente il proprio ingresso nel territorio regionale all’azienda sanitaria competente e osservare l’isolamento domiciliare fiduciario, che verrà meno solo all’atto dell’eventuale esito negativo degli stessi esami e salvo ulteriori diverse disposizioni dell’Azienda Sanitaria competente.

Mascherine

Con decorrenza immediata è fatto obbligo sull’intero territorio regionale di indossare per l’intera giornata (h. 24) protezioni delle vie respiratorie (mascherine) in tutti gli ambienti chiusi o aperti in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1 metro. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei 6 anni nonché i soggetti con forme di disabilità.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop