Politica

Maroni: "Il leader è Salvini ma Zaia potrebbe guidare il Paese dopo l'emergenza"

Movimenti interni alla Lega: "Adesso serve un governo di umiltà nazionale"

Maroni:

Di: Redazione Sardegna Live


Il prestigio acquisito dal governatore veneto Luca Zaia, specie nella gestione dell'emergenza Covid, potrebbe mettere in discussione le gerarchie leghiste. E' lo stesso Roberto Maroni, ex ministro ed ex governatore lombardo, a riaprire la questione: “Il leader è Salvini - assicura in un’intervista a la Repubblica -. Il nostro è un vero partito leninista e lo dico con piacere e Zaia non ha alcuna intenzione di fare il capo della Lega”.

"Zaia sa governare e adattarsi alla linea del partito, leale e fedele. Sarà rieletto in Veneto ed è l’unica cosa che gli interessi”. Eppure, sottolinea Maroni, "lo vedrei bene alla guida del Paese fuori dalla pandemia. Luca sarebbe certamente in grado di guidare una coalizione e un governo senza conflitti”.

Per Maroni sono “sempre esistite due leghe. Di lotta e di governo. Anche con Bossi, e l’abilità del leader sta nel non farle entrare in conflitto. Salvini lo sa bene. Ma qualcuno che lo circonda e lo consiglia antepone, temo, le proprie ambizioni al bene del partito”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop