Cagliari

Proroga della continuità territoriale. Lega: “Non si ferma la nostra battaglia, ora tutelare i lavoratori Air Italy”

Giagoni: “Felici per l’esito dell’incontro”. Piras: “Ora dalle parole si passi ai fatti”

Proroga della continuità territoriale. Lega: “Non si ferma la nostra battaglia, ora tutelare i lavoratori Air Italy”

Di: Antonio Caria


“Dopo la tensione registratasi i giorni scorsi, l’incontro di oggi, tenutosi a Roma, tra il Presidente della Regione, Cristian Solinas e il ministro dei Trasporti Paola De Micheli ha registrato un positivo riscontro garantendo il via libera alla proroga sulla continuità territoriale aerea tanto attesa”.

Questo il pensiero di Dario Giagoni (capogruppo della Lega in Consiglio regionale), che aggiunge: “Siamo felici che l’incontro odierno abbia prodotto l’attesa fumata bianca sulla proroga che darà respiro alla nostra mobilità e soprattutto consentirà di programmare e gestire nel migliore dei modi l’ormai imminente stagione estiva.

“Il dialogo intrapreso – aggiunge – oggi non solo ci consola per l’importante risultato conseguito ma anche per il modo in cui il nostro Presidente ha saputo e voluto superare le incomprensioni avute con il Ministro mettendo al centro solo il benessere del suo popolo, così come ogni amministratore dovrebbe essere in grado di fare. La nostra battaglia per i trasporti ovviamente non si ferma qui, il primo obbiettivo ora rimane la tutela e la salvaguardia dei lavoratori Air Italy. Per questo giovedì saremo presenti di fronte al Ministero per esprimere il nostro appoggio e la nostra totale vicinanza ai dipendenti, ma anche per ricordare al Governo che vigileremo sulla buona riuscita della trattativa che dovrà essere condotta con reciproco ascolto tanto dei nostri esponenti della Giunta quanto dei rappresentanti sindacali.”

“Il ministro – sottolinea Andrea Piras –, dopo aver incontrato l'opposizione, ha finalmente incontrato il governatore dei sardi per discutere sulla proroga e sul futuro bando. La nostra battaglia non si ferma. Giovedì saremo a Roma sotto il ministero dei trasporti per avere la certezza che queste parole diventino fatti e per sollecitare il governo sul caso Air Italy.

“Purtroppo –  conclude –  alcune cose non dipendono solo da noi e il governo ce le fa sudare come se fossimo dei nemici, ben sostenuto dai suoi servi in Sardegna che gioiscono per le sconfitte dell’isola”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop