Nel Mondo

La Spagna chiude le discoteche e vieta il fumo in strada

Il Covid-19 galoppa nella penisola iberica

La Spagna chiude le discoteche e vieta il fumo in strada

Di: Redazione Sardegna Live


In Spagna il coronavirus continua a diffondersi e il  governo corre ai ripari. Chiuse le discoteche e diverse altre misure restrittive, anche per gli orari dei bar, per far fronte alla seconda ondata dell'epidemia di coronavirus. Ad annunciarlo è il ministro della sanità Salvador Illa. Nel Paese si registrano ancora 3mila contagi giornalieri.

Il governo spagnolo ha disposto il divieto di fumo per strada se non può essere rispettata la distanza di 2 metri. La misura, già introdotta in Galizia e nelle Baleari, è ora estesa a tutto il paese.

Salvador Illa ha annunciato anche la chiusura dei locali notturni e un maggiore controllo sull'utilizzo delle bottiglie nei locali. Il ministro ha poi raccomandato di limitare gli incontri ai gruppi più vicini, non superare un massimo di 10 persone e fare test frequenti in centri sociali e sanitari.

Non tutti gli scienziati sono concordi sull'efficacia del divieto adottato in Spagna per quanto riguarda il fumo. La decisione è supportata dalla ricerca del ministero della Salute, pubblicata il mese scorso, che ha delineato il legame tra fumo e diffusione del Covid-19. Il rischio, secondo lo studio, aumenterebbe perché le persone proiettano goccioline quando espirano. I fumatori rischierebbero poi l’infezione toccando la sigaretta prima di portarla alle labbra e maneggiando le mascherine per indossarle e toglierel più di frequente.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop