Olzai

Sì ai lavori all'inceneritore di Tossilo, i sindaci di Olzai e Sarule: "Siamo perplesse e deluse"

"la voce dei cittadini, di noi amministratori, rappresentanti delle comunità non viene in alcun modo ascoltata da una politica, come quella della Giunta regionale, troppo impegnata a imporre le decisioni, senza l'esigenza di condividerle con il territorio. Perché Tossilo è un problema principalmente politico”.

Sì ai lavori all'inceneritore di Tossilo, i sindaci di Olzai e Sarule:

Di: Redazione Sardegna Live


La decisione del Consiglio di Stato di accogliere la richiesta della Regione e del Consorzio Industriale di Macomer di sospendere la sentenza del Tar Sardegna, che aveva annullato tutti gli atti autorizzativi per la realizzazione della nuova linea dell'inceneritore, ha sollevato dei dubbi e preoccupazione tra alcuni amministratori locali.

“Il provvedimento desta molta perplessità e soprattutto una profonda delusione per chi, convintamente, porta avanti da anni una battaglia per la salvaguardia degli interessi delle comunità e del territorio”, dicono i primi cittadini di Olzai, Ester Satta, e di Sarule, Mariangela Barca.

“Al di là della decisione del Consiglio di Stato, la delusione nasce, sostanzialmente – spiegano i due sindaci- dall’amara constatazione che la voce dei cittadini, di noi amministratori, rappresentanti delle comunità non viene in alcun modo ascoltata da una politica, come quella della Giunta regionale, troppo impegnata a imporre le decisioni, senza l’esigenza di condividerle con il territorio. Perché Tossilo è un problema principalmente politico”.

“E’ evidente che di fronte all’arroganza del potere – continuano Satta e Barca - i cittadini e gli amministratori locali non contano nulla, ma dovranno rassegnarsi a subire le scelte di una politica miope e scellerata”.

“La Giunta regionale dovrà, comunque, prendere atto che questo rappresenta un fallimento della politica che ha dimostrato una totale incapacità al confronto non solo con i cittadini, ma anche all’interno dello stesso Consiglio regionale. Noi continueremo a lottare per il nostro territorio – concludo i sindaci di Olzai e Sarule - per le nostre comunità, consapevoli che la strada sarà molto lunga e difficile, in una regione che ha tanto bisogno di una classe politica che, anziché seguire vecchie logiche, sia capace di proporre per la Sardegna un nuovo modello di sviluppo e di crescita”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop