Chiaramonti

Chiaramonti: 38 contagi, la situazione illustrata dal vicesindaco Pinna all'Ats

Ancora nessuna notizia dall'Ats. Il vicesindaco Luigi Pinna ha dunque aggiornato le autorità competenti sulla situazione nel paese. Dopo tre operazioni di screening sono emerse 38 positività complessive: "Il controllo delle quarantene appare impossibile senza aiuto, regna incertezza"

Chiaramonti: 38 contagi, la situazione illustrata dal vicesindaco Pinna all'Ats

Di: Giammaria Lavena


Proseguono a Chiaramonti le operazioni di costante monitoraggio dell'andamento dei contagi da Covid-19 fra i cittadini. Il vicesindaco Luigi Pinna, che un paio di settimane fa aveva spiegato le difficoltà legate al fatto che non arrivassero comunicazioni da parte dell'Ats, si è preso in questi giorni l'impegno di aggiornare l'azienda stessa sulla situazione Covid nel paese.

Pinna ha spedito all'Ats un comunicato, illustrando le azioni avviate dall'amministrazione comunale per fronteggiare l'emergenza. Il vicesindaco ha evidenziato il "costante confronto con medici di base, 118, forze dell'ordine, compagnia barracellare e dirigente scolastico; la creazione di un fondo di emergenza dell'importo di 10mila euro da destinare al Coc per l'acquisto dei tamponi; l'effettuazione in data 9 novembre, a cura del laboratorio d'analisi "Progetto Sprint", di un primo screening consistente nell'applicazione di 57 tamponi antigenici naso-faringei, riservati a impiegati e amministratori comunali per probabile contatto con un positivo e a pazienti e operatori di una casa di riposo, dai quali sono emerse 3 positività.

Inoltre il vicesindaco ha disposto la chiusura della scuola primaria dal 10 al 13 novembre, per la sanificazione delle strutture. Dal 9 all'11 novembre sono stati chiusi gli edifici comunali, anch'essi per essere sanificati. E' stata inoltre disposta la limitazione d'accesso ai suddetti uffici sino al termine dell'emergenza. Il 14 novembre è stato effettuato un secondo screening, a cura del laboratorio d'analisi "Il Quadrifoglio", consistente nell'applicazione di 199 tamponi naso-faringei destinati ai cittadini facenti richiesta. In tale circostanza sono emerse altre 9 positività, per le quali i medici hanno provveduto ad attivare l'Usca.

Infine, sabato scorso, 21 novembre, è stato effettuato un terzo screening, sempre tramite "Il Quadrifoglio", consistente nell'applicazione di 115 tamponi antigenici naso-faringei, destinati a categorie particolarmente esposte (buona parte del personale scolastico - per il quale sono stati eseguiti gratuitamente -, operatori nel campo d'assistenza anziani, persone segnalate all'amministrazione da medici di base e pediatri). Fortunatamente, non è emersa alcuna positività al Covid-19. Al momento il numero totale dei contagi a Chiaramonti è dunque di 38.

"Occorre segnalare in questa sede alcune criticità - sottolinea Pinna rivolgendosi alle autorità competenti -. Vista la situazione attuale dei contagi e considerata la scarsità delle risorse umane disponibili, l'effettivo controllo delle quarantene appare complicato, se non addirittura impossibile. A dire il vero - prosegue -, regna anche una forte incertezza circa l'individuazione dell'autorità competente all'effettuazione di tali controlli. Giova comunque sottolineare il grande senso civico dimostrato dai cittadini risultati positivi e dalle rispettive famiglie", conclude il vicesindaco.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop