Cagliari

Milan-Cagliari 3-0, rossoblù senza motivazioni e senza più forze cadono a San Siro

Ecco la cronaca della partita

Milan-Cagliari 3-0, rossoblù senza motivazioni e senza più forze cadono a San Siro

Di: Marco Orrù foto Cagliari Calcio


Il Cagliari viene sconfitto per 3 gol a zero dal Milan e saluta il campionato chiudendo al tredicesimo posto con 45 punti, in attesa di capire i risultati di domani. A San Siro le motivazioni hanno fatto la differenza, così come le energie, con un Milan lanciatissimo in questo mini campionato post lockdown e un Cagliari ormai arrivato al capolinea dopo la vittoria contro la Juventus di qualche giorno fa. Partita senza storia, decisa dai gol di Klavan, autogol, Ibrahimovic, che ha pure sbagliato un rigore, e Castillejo. Da sottolineare il ritorno in campo di Pavoletti dopo praticamente un anno. Migliore in campo, ancora una volta, Cragno. Ora, con ogni probabilità, il Cagliari ripartirà nella prossima stagione da Di Francesco.

LA CRONACA

Mister Zenga, alla sua ultima partita in rossoblù, non ha a disposizione diversi elementi e quindi è in emergenza: dietro gioca Klavan con Ceppitelli e Waluckiwicz, sulle fasce Lykogiannis e Mattiello, in mezzo Faragò, Ionita e Nandez, davanti Pereiro a sostegno di Simeone.

L’avvio di partita è a tinte rossonere, il Cagliari si difende bene e prova ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Al 10’, però, i rossoneri trovano il vantaggio: giocata di Leao che con una finta mette fuori causa Waluckiwicz, calcia sul palo e Klavan sfortunatamente tocca la palla che si infila in rete. Al 23’ il Milan va vicino al raddoppio, cross di Castillejo, Ibrahimovic tutto solo davanti a Cragno che con un mezzo miracolo respinge. Un minuto dopo è Leao ad andare vicinissimo al raddoppio con una semirovesciata che si stampa sulla traversa e poi finisce alta. Partita con ritmi molto blandi, col Milan che ha delle fiammate che mettono in difficoltà i ragazzi di Zenga. Al 36’ si vede dalle parti di Donnarumma il Cagliari con Ionita che invece di calciare a tu per tu col portiere rossonero la passa in mezzo, ma Kjaer salva tutto, sulla respinta arriva Pereiro che calcia malamente a lato. Al 44’ Cragno para un rigore a Ibrahimovic, concesso per un fallo di mano di Waluckiwicz: altra grandissima serata dell’estremo difensore rossoblù. Il primo tempo si chiude col Milan in vantaggio 1-0.

Nella ripresa, dopo soli tre minuti, Calhanoglu da due passi spara alto solo davanti a Cragno, sprecando un’altra chance per raddoppiare. Al 55’ Ibrahimovic riscatta il rigore sbagliato e sigla un gol spettacolare con un tiro potentissimo su cui Cragno, stavolta, non può nulla. Al 57’ il Milan cala il tris con Castillejo: Cagliari senza più forze e motivazioni. Zenga decide poi di mandare dentro i due giovani, Carboni e Ladinetti, più Paloschi, per dare altro minutaggio ai due pilastri della Primavera rossoblù. La partita si spegne lentamente e c’è solo la buona notizia del ritorno in campo di Pavoletti, che non giocava dalla prima giornata contro il Brescia, dopo la rottura di due crociati.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop