Sassari

"Non avendo un cane portano la Madonna a pi***are", bufera sull'ex consigliera comunale Careddu

Dopo aver commentato la processione di sindaco e vescovo con la Madonna delle Grazie, l'esponente del centrosinistra travolta dalle polemiche

Di: Redazione Sardegna Live


E' stata travolta dalle polemiche dopo aver commentato una foto che ritraeva il vescovo di Sassari Gianfranco Saba e il sindaco di Nanni Campus in processione con la statua della Madonna delle Grazie per le vie della città. "Non avendo un cane portano la Madonna a pisciare", questo il commento di dubbio gusto postato su Facebook dall'ex consigliera comunale sassarese Lalla Careddu. Il primo cittadino e il vescovo erano diretti dal Duomo alla chiesa di San Pietro in Silki, per riportare alla sua sede naturale il simulacro della Vergine invocata dalla popolazione durante i bombardamenti della guerra, e alla quale la città si è affidata anche nel pieno dell'emergenza coronavirus.

Parole che hanno generato un'ondata di indignazione fra gli utenti. Persino il candidato sindaco di centrosinistra alle ultime elezioni, Mariano Brianda, ne ha preso le distanze. "Il post di Lalla Careddu mi ha lasciato di stucco - commenta il magistrato -. Dico questo con rammarico perché Lalla Careddu è una esponente del mondo politico al quale appartengo che professa il rispetto e la dignità delle persone a prescindere dal loro credo religioso. Sono addolorato per quanto accaduto per una vicenda che non può avere nessuna giustificazione. Voglio che il mio sdegno sia conosciuto anche da chi professa idee politiche differenti dalle mie. Mi dispiace sono sinceramente vicino ai tanti cattolici (moltissimi dei quali sono sicuro che mi hanno anche votato) che si sono sentiti oltraggiati da espressioni così sgraziate e triviali che francamente non avevo mai sentito pronunciare da Lalla".

La protagonista della vicenda ha risposto a tono: "Ho scritto un commento forse brutto ma non blasfemo, dicendo in buona sostanza che il sindaco usava la Madonna come un cagnolino che si porta a pisciare".

Poi si leva un sassolino dalla scarpa, probabilmente in riferimento alla presa di posizione di Brianda: "Sacrificare il tatto nei miei confronti per fare un post popolare nel deserto della sua attività politica. Nessuno deve scusarsi per me né mi scuso io, perché non intendevo offendere la fede di nessuno. La canea se viene da una certa comunità di persone mi lascia indifferente, se invece mi arriva da più vicino mi stupisce. Ma non mi rattrista: mi fa solo capire che il dibattito lo scatena una mia battuta in ambito privato, rubata, e non già la pochezza politica di chi si fa prendere a pesci in faccia quotidianamente, senza nulla fare".

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop