Olbia

L'esito dei tamponi travolge la sanità in Gallura: reparti chiusi a Olbia e Tempio

Si attendono ulteriori risultati per la carenza di reagenti, i sindaci denunciano la mancanza di informazioni precise

L'esito dei tamponi travolge la sanità in Gallura: reparti chiusi a Olbia e Tempio

Di: Redazione Sardegna Live


La Sanità in Gallura è sempre più in difficoltà. L'esito dei primi 200 tamponi effettuati nei giorni scorsi ha causato nella tarda serata di ieri la chiusura dei reparti di Medicina, Ortopedia e Chirurgia del Giovanni Paolo II di Olbia e della Medicina al Paolo Dettori di Tempio. A Olbia erano già chiusi i reparti di Rianimazione, Emodinamica e il Centro trasfusionale.

I pazienti attualmente ricoverati rimarranno all'interno delle strutture che, però, non possono ospitarne nuovi. Eventuali urgenze saranno dirottate su altri ospedali. Non è tutto: manca ancora l'esito di ulteriori tamponi, un ritardo dovuto alla mancanza di reagenti.

I contorni della situazione nel nord-est rimangono difficili da tracciare. I dati del bollettino regionale, infatti, vengono forniti su base provinciale così i numeri di Olbia e Tempio sono accorpati a quelli del Sassarese. Per questo i sindaci del territorio chiedono informazioni dettagliate sui positivi.

Il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, pretende lo screening immediato su tutti gli operatori sanitari e i pazienti del Giovanni Paolo II. Proseguono senza sosta i lavori che permetteranno di destinare il Mater Olbia all'accoglienza di pazienti affetti dal Covid-19 in terapia intensiva.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop