Dolianova

Coronavirus, Elisabetta Caredda: “I soldi degli abbonamenti dei pendolari? Agli ospedali che combattono l’emergenza del Covid-19”

Una bellissima iniziativa del Comitato Utenti Dolianova

Coronavirus, Elisabetta Caredda: “I soldi degli abbonamenti dei pendolari? Agli ospedali che combattono l’emergenza del Covid-19”

Di: Alessandro Congia


Destinare il fondo raccolto dalle aziende di trasporto regionali relativamente alla vendita degli abbonamenti mensili di marzo 2020, per quanto riguarda i trasporti extraurbani effettuati su gomma o rotaie, e bonificarlo direttamente all’Iban IT88B0101517203000070727420 per gli ospedali del territorio che stanno fronteggiando l'emergenza Coronavirus. 

E’ l’iniziativa richiesta dal Comitato utenti Dolianova della Regione Sardegna, che invia una nota al Presidente della Regione Christian Solinas e l’Assessore regionale ai Trasporti, Giorgio Todde.

“Qualunque pendolare disoccupato impegnato in un corso di formazione o in un'attività di politica attiva del lavoro – spiega Elisabetta Caredda, Responsabile Comitato utenti Dolianova - per seguire responsabilmente le disposizioni di emergenza emanate per far fronte al Covid-19, ha sospeso ogni attività. Gli abbonamenti, per via di decisioni del Ministero e Regione prese dopo i primi di marzo, comunque sono stati acquistati agli inizi del suddetto mese. Non c'è dunque quasi consumo di questi abbonamenti. Prendiamo ad esempio chi si è trovato a dover fare un abbonamento integrato Dolianova-Cagliari che copre la tratta dei 30 Km virtuali. Ora, chi rientra nell'età dai 20 sino ai 35 anni ed è iscritto all'università o corso di formazione, nonostante in realtà rientri nella categoria dei "disoccupati" e non di “studenti” riconosciuti tali sino ai 19 anni dalle disposizioni normative nazionali in merito al discorso volto a fronteggiare la "dispersione scolastica" da parte delle Istituzioni (con delibere regionali si è allargato il range dei destinatari per età, e non per Isee), subisce una perdita minima del costo dell'abbonamento che va dai 12 euro (con l'80% di sconto) ai 24 euro (con il 60% di sconto). 

Contrariamente – sottolinea la pendolare, i disoccupati dai 35 anni in sù maggiormente esposti per età alle problematiche relative al rischio di esclusione dal reintegro nel mondo del lavoro, che quindi hanno necessità di reinventarsi continuamente e riqualificarsi ulteriormente con ulteriori sacrifici, per disposizioni della Regione che li ha esclusi e discriminati dalle agevolazioni relative agli sconti, perdono l'ammontare del costo dello stesso abbonamento per loro pari a ben 85 euro mensili. Abbonamento che poi dovranno rifare ad aprile. 

Questa volta non chiediamo però il rimborso per noi – prosegue concludendo Caredda. L'iniziativa sarà quella di farvi recapitare gli abbonamenti mensili di marzo 2020, semplici od integrati, in modo che il fondo raccolto dalla vendita di ciascuno di essi possa dalle aziende di trasporto regionali essere trasferito direttamente all’Iban IT88B0101517203000070727420 per gli ospedali del territorio che stanno fronteggiando l'emergenza Coronavirus. Ed ecco che per tali motivazioni, chiediamo al Presidente della Regione e all’Assessore regionale Todde di predisporre con immediatezza le disposizioni idonee atte ad attuare e sostenere questa iniziativa in questo momento di grande necessità, siamo certi di un positivo riscontro”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop