Mamoiada

Agguato all'alba contro allevatore a Mamoiada

Fucilate riportano la paura nel paese barbaricino

Agguato all'alba contro allevatore a Mamoiada

Di: Redazione Sardegna Live


Tentato omicidio all'alba e il paese di Mamoiada piomba nuovamente nella paura. Alcune fucilate sono state esplose contro un giovane allevatore, fortunatamente rimasto illeso. Si tratta di Albino Sella, 32enne indagato a sua volta per il tentato omicidio di un compaesano. Il fratello di Albino, Danilo, venne ucciso nel 2008.

L'episodio di violenza è avvenuto intorno alle 6.30 di oggi in località Su Cau. Sul posto i carabinieri di Mamoiada e Nuoro. L'aggressore ha sparato contro il 32enne quando questi è sceso dalla sua auto fallendo l'obiettivo. La vittima designata ha subito reagito dandosi alla fuga.

L'uomo, che non ha riportato ferite, si è presentato nella caserma del paese.

OMICIDIO SELLA. Danilo Sella aveva 23 anni quando, il 18 dicembre 2008, venne raggiunto da una fucilata al volto nelle campagne del paese, in località Su Frau. Conclusa l’autopsia, l’anatomopatologo Vindice Mingioni aveva parlato di un’esecuzione in piena regola: Sella fu ucciso con un colpo di fucile calibro 12 esploso a bruciapelo. Per il delitto la Corte di Cassazione ha condannato nel 2019 il 32enne Marcello Gungui, amico fraterno della vittima, a 18 anni di reclusione. Un altro giovane di Mamoiada, Antonio Deiana, era stato condannato a 1 anno e 8 mesi per favoreggiamento.

TENTATO OMICIDIO DEIANA. Era il pomeriggio del 3 gennaio 2016 quando il 30enne Antonio Deiana scampò a un agguato nella campagne del paese. Erano le 19,30 quando un uomo nascosto dietro un muretto sparò alcune fucilate alla volta del pick-up a bordo del quale viaggiava l'uomo che, ferito dalle schegge dei vetri in frantumi, riuscì a fuggire dando l'allarme. I carabinieri si misero subito sulle tracce di Albino Sella, individuandolo solo alle 4 del mattino. Il giovane fornì un alibi, ma venne trovato in possesso di un fucile calibro 12 modificato. In seguito alle analisi del Ris, l'arma venne ritenuta compatibile con quella usata per l'agguato e così il giovane venne iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di tentato omicidio. Sella dovrà presentarsi davanti al Gup per difendersi il prossimo 17 marzo.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop