Olbia

Air Italy, in arrivo i licenziamenti

Confermata la messa in liquidazione della società: già dalle prossime settimane partiranno le prime lettere

Air Italy, in arrivo i licenziamenti

Di: Ansa


Licenziamento per tutti i 1.450 dipendenti Air Italy. La notizia è filtrata dai sindacati dopo la call conference tra Olbia e Malpensa in cui i liquidatori hanno confermato ai dirigenti aziendali la messa in liquidazione della società illustrando i passaggi successivi. Già dalle prossime settimane, quindi, partiranno le prime lettere con diversi step. La società fa sapere in una nota ufficiale che "i liquidatori hanno illustrato ai dipendenti la possibile evoluzione della procedura di liquidazione, confermando l'intenzione di adottare tutte le misure possibili di sostegno al reddito, compatibili a norma di legge con la procedura di liquidazione stessa. Verranno prese in considerazione - hanno poi annunciato i commisari - tutte le possibilità di cessione di rami d'azienda che comprendano il possibile mantenimento di tutti o di parte dei posti di lavoro".

"Ancora non è arrivata alcuna lettera di licenziamento . Ma arriverà - spiega il segretario della Filt Cgil regionale Arnaldo Boeddu - non appena i liquidatori definiranno il percorso con i dirigenti aziendali. Non c'è alcuna intenzione della proprietà di fare alcunché: adesso occorre evitare che partano le prime lettere". "Stiamo lavorando con il ministero dei Trasporti e dello Sviluppo economico per provare a cambiare la procedura ed evitare la liquidazione. Aspettiamo la convocazione dei due ministeri con cui andremo a parlare.

Nel frattempo - incalza Boeddu - non bisogna arrendersi e fermarsi: vanno continuati presidi e assemblee, fino a quando non avremo risposte in questo senso". Il leader della Filt ribadisce che "l'intera categoria e la stessa confederazione a tutti i livelli stanno chiedendo il blocco della procedura di liquidazione in bonis e la contestuale operatività della compagnia. Gli aerei e il personale di Air Italy, tutti devono tornare a poter svolgere il proprio lavoro e lasciare il tempo necessario alle parti in causa, dal governo nazionale alle istituzioni regionali alle organizzazioni sindacali, di evitare un vero e proprio dramma".

MIT CONVOCA SINDACATI E REGIONI IL 20 FEBBRAIO - Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha convocato per giovedì 20 febbraio i sindacati, la regione Sardegna e la regione Lombardia sulla vicenda Air Italy. Lo si legge in una nota del Mit, che precisa che sempre per la prossima settimana sono in fase di preparazione incontri con la proprietà. Nel frattempo, la ministra Paola De Micheli ha scritto ai liquidatori per "formalizzare l'urgente richiesta di cambio della procedura, dal momento che la liquidazione danneggia pesantemente i lavoratori e la possibilità di garantire il trasporto aereo sulla Sardegna".

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop