Cagliari

Gli stabilimenti balneari non si smontano più: la Lega esulta e presenta la legge il 22 febbraio

La norma che consente il mantenimento delle strutture di facile rimozione per tutto l’anno

Gli stabilimenti balneari non si smontano più: la Lega esulta e presenta la legge il 22 febbraio

Di: Redazione Sardegna Live


Grazie all’impegno della Lega e dei Gruppi di maggioranza ieri è stato approvato dal Consiglio regionale della Sardegna, con 28 voti favorevoli e 8 contrari, la norma che consente il mantenimento delle strutture di facile rimozione oltre la stagione balneare per tutto l’anno. 

«Non vi sarà più l’obbligo di smontare i manufatti amovibili durante la stagione invernale. Un operazione assai esosa che andava a toglier risorse importanti alle imprese che ora potranno decidere di investire in nuovi servizi o nuova forza lavoro»” ha dichiarato il capogruppo della Lega Dario Giagoni. 

 

«Questo – ha proseguito Andrea Piras - consentirà loro di poter programmare ed investire nella loro attività come avviane negli altri settori economici. Potranno diversificare i servizi a secondo del periodo, non solo legata stagione balneare che, anche se le condizioni meteo della Sardegna sono favorevoli, dura 7 mesi, ma anche per il restante anno dando un servizio a chi la spiaggia e il mare lo vuole vivere tutto l’anno».


«Un importante traguardo che garantirà agli operatori balneari una sicurezza occupazionale ed economica almeno fino alla concessione demaniale, ovvero fino al 2033. Il 22 febbraio, nella spiaggia di Quartu Sant’Elena, incontreremo tutti gli operatori balneari per presentare e gioire per il risultato raggiunto», ha concluso Ennas che insieme a Piras e Giagoni hanno fortemente voluto questa legge.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop