Cagliari

Giovane accoltellato in via Newton, c’è un fermo

I dettagli sono stati resi noti in Questura, durante una conferenza stampa: guardate il video

Giovane accoltellato in via Newton, c’è un fermo

Di: Alessandro Congia


Ci sono importanti novità sulle indagini relative all’aggressione e all’accoltellamento di un giovane 29enne, avvenuto lo scorso 22 dicembre, in via Newton, a Cagliari, in prossimità dei locali notturni.

Gli investigatori della squadra Mobile della Questura, su disposizione dalla Procura della Repubblica, hanno notificato un provvedimento restrittivo cautelare in carcere nei confronti di una persona, un giovane 28enne. 

In conferenza stampa, il dottor Massimo Imbimbo (Volanti), il dottor Roberto Pititto (squadra Mobile) e la dottoressa Veronica Madau, (portavoce della Questura), hanno illustrato i dettagli dl'arresto.

Nella mattinata odierna, personale della seconda sezione della squadra Mobile ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di tentato omicidio e porto illegale di arma impropria nei confronti di Simone Picciau nato a Cagliari classe 1992, (nella foto diramata dalla Questura), precedenti per reati in, materia di stupefacenti, resistenza, lesioni e rissa. 

L’attività investigativa ha consentito di acclarare la responsabilità del giovane in ordine al grave ferimento perpetrato dallo stesso in data 22.12.2019 all’esterno di una discoteca sita a Cagliari, allorquando in particolare con un coltello ferì all’altezza dell’addome altro pregiudicato, perforando l’intestino e non determinando un esito letale, solo in quanto la lama del coltello si fermava a pochi millimetri dall’aorta. 

L’attività investigativa della Polizia di Stato si è fondata in particolare sulla acquisizione minuziosa delle immagini da alcuni sistemi di videosorveglianza presenti nei pressi della discoteca, sulla escussione di alcuni testimoni e su una rilevante attività tecnica. 

Dall’attività investigativa è emerso in particolare un rapporto di conoscenza fra la vittima e l’aggressore ed una assoluta mancanza di collaborazione della vittima che con la sua testimonianza ha tentato di fuorviare gli organi inquirenti. 

Si è potuto in particolare ricostruire le fasi antecedenti al grave ferimento, ritenendo in particolare che vittima ed aggressore prima di recarsi in discoteca si erano recati insieme ad un incontro di pugilato, per poi recarsi presso il locale notturno. Nel corso della serata prima all’interno della discoteca e dopo all’esterno nasceva una violenta lite fra il Picciau ed il suo conoscente, lite che in un primo momento veniva sedata per riprendere una mezz’oretta dopo, quando il pregiudicato con un violente fendente colpiva il suo amico all’addome, allontanandosi immediatamente dopo. In particolare le successive attività tecniche testimoniavano e confermavano la violenta lite di cui il Picciau era stato attore principale. Nella mattinata odierna il ragazzo è stato rintracciato nei pressi della sua abitazione e successivamente condotto presso il carcere di Uta.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop