Capoterra

Capoterra. Arrestato un latitante dedito al bracconaggio evaso dal carcere

Dopo un’attività di controllo del territorio i forestali hanno individuato una baracca mimetizzata tra la vegetazione.

Capoterra. Arrestato un latitante dedito al bracconaggio evaso dal carcere

Di: Redazione Sardegna Live


L’operazione è stata svolta dagli uomini del corpo forestale di Capoterra e dal nucleo investigativo dell’ispettorato di Cagliari. Ieri gli agenti hanno arrestato Enrico Garau, 54 anni, di Capoterra, evaso dal carcere di Alghero lo scorso 22 ottobre. L’uomo non era tornato in carcere dopo un permesso di tre giorni. 

 

Dopo un'attività di presidio e controllo del territorio i forestali hanno individuato in località Bacchi Alinu, in agro di Capoterra, una baracca mimetizzata tra la vegetazione.


La casetta sembrava essere abbandonata ma  alcuni elementi, come il letto con le lenzuola e la presenza di alimenti dicevano il contrario. In prossimità della baracca era stato realizzato un sentiero funzionale all'esercizio dell'uccellagione che ha fatto insospettire gli operatori. A quel punto è stata avviata un’indagine con appostamenti e controlli. Gli uomini della forestale hanno cosi scoperto che li viveva un uomo con abbigliamento mimetico e zaino. 

 

Ieri, intorno a mezzogiorno, l’uomo è stato arrestato nelle vicinanze della sua dimora. L’uomo non ha opposto alcuna resistenza

A seguito della perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso di un coltello di genere proibito e di 4 munizioni caricate con pallettoni.

L'identificazione ha consentito di stabilire che si trattava di Enrico Garau, 54 anni di Capoterra, latitante  dal 22 ottobre 2019, poiché evaso dalla casa di reclusione di Alghero dove stava scontando una pena di 9 anni per rapina (fine pena prevista a settembre 2024).

Garau non si era ripresentato in carcere dopo un permesso di 3 giorni, dandosi alla macchia.  

 

Dopo il fermo sono state eseguite le perquisizioni nei diversi nascondigli individuati, tra cui anche un anfratto roccioso, nel quale sono stati trovati lacci per catturare cervi e cinghiali, reti per l'uccellagione, 96 munizioni costituite da cartucce caricate a pallettoni e da proiettili di fucile calibro 273.

 

Su coordinamento del magistrato di turno, l’uomo è stato condotto al carcere di Uta a disposizione del giudice. Garau è stato processato per direttissima: per la sola evasione è stato condannato ad 1 anno e 3 mesi di reclusione. Sono ora in corso indagini per verificare la rete di complicità che ha coperto la latitanza, considerato che l’area dove il latitante è stato fermato è una zona di caccia.

 

L’operazione, definibile ad “alto rischio”, si inquadra nell'attività sempre più efficace  di contrasto del fenomeno del bracconaggio e di capillare controllo del territorio  da parte del corpo forestale della Regione Sardegna a tutela della legalità e della protezione dell’ambiente e della biodiversità.

banner adv

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop