Ottana

Un viaggio senza tempo tra miti e riti del Carnevale di Ottana

Lunedì 30 dicembre convegno e spettacolo con Bachisio Bandinu, Giuliano Marongiu, Maria Barca, Roberto Tangianu, Maria Giovanna Cherchi, i Dilliriana e Maria Antonietta Bosu

Un viaggio senza tempo tra miti e riti del Carnevale di Ottana

Di: Redazione Sardegna Live - Foto di Cristina Biccai


Ottana è sinonimo di cultura, tradizioni, ospitalità. Patria di un Carnevale tra i più amati e apprezzati dell’isola, questo centro della provincia di Nuoro manifesta, attraverso la maschera dei Boes e Merdules, uno dei simboli più rappresentativi della Sardegna, della sua storia, del viaggio senza tempo tra miti e riti.

Lunedì 30 dicembre alle ore 18.00 nei locali della Palestra Comunale l’Associazione Turistica Pro loco “Artes e Sonos” di Ottana, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e in collaborazione con il Comune di Ottana, organizza un convegno con spettacolo dal titolo “Aspettando Carnevale – Riti e Miti nel cuore dell’isola”.

Sarà presente Bachisio Bandinu, figura tra le più prestigiose del panorama culturale, antropologo, scrittore, studioso, che insieme a Maria Barca, giornalista ed esperta di tradizioni, affronterà tematiche inerenti al Carnevale e altri aspetti riguardanti l’identità e i processi culturali della Sardegna.

Entrambe le figure dialogheranno con Giuliano Marongiu nel corso di un evento, introdotto da Roberto Tangianu, che sarà valorizzato anche dagli interventi musicali della cantante Maria Giovanna Cherchi, dall’esibizione dei Dilliriana e dall’organetto di Maria Antonietta Bosu.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop