Cossoine

“L’Armistizio e la Vittoria”, venerdì 2 agosto la prima dello spettacolo firmato Pro loco

Il progetto conclude i cerimoniali della Grande Guerra

“L’Armistizio e la Vittoria”, venerdì 2 agosto la prima dello spettacolo firmato Pro loco

Di: Antonio Caria


Un recital teatrale di rievocazione storica dei principali eventi legati alla prima guerra mondiale, un momento di sensibilizzazione verso il sacrificio delle generazioni passate in cui saranno ricostruite le ambientazioni della Prima Guerra Mondiale. 

Obiettivo: proietta il visitatore in un trasporto indietro nel tempo a immaginare, e in un certo senso vivere, la quotidianità dei teatri di guerra, fra le cannonate, gli assalti, le fucilazioni. 

Di può riassumere così “L’Armistizio e la Vittoria”, lo spettacolo della Pro loco “Bastiano Unali” di Cossoine e dei ragazzi del Liceo Scientifico di Pozzomaggiore la cui “Prima assoluta” andrà in scena venerdì 2 luglio alle 21.30, nel sagrato della Chiesa campestre di Santa Maria Iscalas.

Un’iniziativa che, come specifica la stessa Pro loco, nata “Quasi per gioco alcuni anni fa”, con una proposta da loro avanzata ad alcuni ragazzi degli istituti superiori del Mejlogu, nel tentativo di ridare forza al sacrificio dei fanti caduti nella Prima Guerra Mondiale. 

Ecco, quindi, l’idea di un grande progetto culturale, il quale ha ripercorso il Centenario della Grande Guerra, anno per anno, evento per evento. A partire dal 2015, centenario dell’entrata dell’Italia nel conflitto, si sono susseguite diverse collaborazioni, con l’Istituto Tecnico Commerciale “Musinu” di Thiesi, il Liceo Scientifico di Pozzomaggiore, il Comune di La Maddalena, il Circolo dei sardi di Pisa, Firenze, Livorno e l’Istituto tecnico Cappellini Orlando Bontalenti, il Teatro Von Pauer di Genova. Si è girata la Sardegna in lungo e in largo da Siligo a Villasimius, da Borore a Teulada, fino alle tappe di Sassari, Tempio e Cagliari, omaggio ai luoghi di nascita della Brigata Sassari. In programma anche la visita ai teatri di guerra nell’Altopiano di Asiago. 

“La Montagna e la Guerra”, “la Memoria e il Silenzio”, “la Disfatta e la Riscossa”: la Pro Loco di Cossoine ha realizzato un progetto culturale per ciascun singolo centenario, i ragazzi hanno ottenuto, per l’egregio lavoro svolto, il plauso di Piero e Alberto Angela. Ora Pro Loco e liceali si confronteranno con il cerimoniale conclusivo, nella ricorrenza del centenario della Pace di Versailles. 

La serata di venerdì vedrà anche protagonisti anche i maestri di musica Antonio Manca al piano, Vittorio Vargiu al violino e Sabrina Mura alla voce soprano, anche Gioele Lumbau alla Viola, Giuseppe Fadda al violoncello, Lorenzo Agnesa al corno e percussioni.

Prevista, anche, la performance musicale dell’Insieme vocale Nova Euphonia e della Corale Studentesca Città di Sassari, sintesi degli istituti superiori provinciali, Convitto Nazionale Canopoleno, Istituto Tecnico Industriale Giovanni Maria Angioy, Liceo Artistico Filippo Figari, Liceo Scientifico Marconi, Polo Tecnico Statale de Villa, Liceo Margherita di Castelvì, IIS Paglietti di Porto Torres, Liceo Spano. La direzione delle voci corali è affidata al Maestro Vincenzo Cossu, gli arrangiamenti musicali sono del Maestro Antonio Manca, la direzione progettuale e artistica della Pro Loco di Cossoine. 

L’iniziativa è realizzata con il sostegno dei fondi regionali Unpli e il finanziamento della Fondazione di Sardegna.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop