Alghero

Posidonia. Mario Conoci: “Un buon segnale per la cura dei nostri litorali”

Visita del Ministro Costa in città. Il primo cittadino: “La nuova normativa ci dovrà permettere di trasformare il problema in una risorsa”

Posidonia. Mario Conoci: “Un buon segnale per la cura dei nostri litorali”

Di: Antonio Caria


“La visita oggi ad Alghero del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il suo interessamento diretto per il fenomeno della posidonia spiaggiata sono certamente un buon segnale che ci fa guardare con ottimismo ad una nuova prospettiva per la cura dei nostri litorali. Sono certo che l’iniziativa legislativa di Paola Deiana e la sua stretta collaborazione con il Ministero dell’Ambiente costituiscano un importante punto di svolta per la migliore soluzione positiva  del fenomeno della posidonia”.

Questo il commento del Sindaco di Alghero Mario Conoci  dopo la visita del Ministro Costa stamattina in città alla quale hanno preso parte anche la deputata del Movimento Cinque Stelle Paola Deiana e l’Assessore regionale all’Ambiente Gianni Lampis. 

“Si sta ripartendo dal punto giusto – queste ancora le parole di Conoci –  cioè dalla rivisitazione della norma nazionale che ci consenta di non considerare la posidonia un rifiuto speciale e di attuare una gestione razionale del fenomeno, sia dei cumuli storici che di quelli stagionali. La nuova normativa ci dovrà permetterà  di trasformare il problema  in una risorsa, e, seguendo un iter razionale,  riusciremo a farlo. Oggi abbiamo verificato che ci sono tutti i presupposti per gestire il problema con una nuova legge, alla cui preparazione stiamo offrendo tutta la nostra collaborazione, per  arrivare al risultato che tutti, amministrazione, imprese, cittadini, vogliamo raggiungere”.

“Dobbiamo passare dalla gestione dell'emergenza a soluzioni di prospettiva anche nella vicenda della posidonia spiaggiata, considerando che si tratta di un importante problema ambientale soprattutto in una terra che vive di turismo”, queste le parole di Lampis.

L’esponente della Giunta Solinas ha anche ricordato come  al Comune di Alghero, nel 2018 e 2019, siano stati concessi due finanziamenti, in totale 600mila euro, per la riqualificazione ambientale ed il ripristino delle originarie condizioni della spiaggia del Lido di San Giovanni, da effettuarsi anche mediante attività sperimentali, e per la gestione dei depositi di posidonia sul litorale algherese, compresa la rimozione permanente e lo smaltimento. 

“È in fase di valutazione il progetto predisposto dall'Amministrazione comunale per il possibile recupero, dopo il conferimento, di ulteriori quantitativi di sabbia a seguito del trattamento in stabilimento. Anche per capire se quello di Alghero– ha concluso – possa essere un esempio virtuoso per altre zone dell'Isola, coinvolte dalla presenza della posidonia spiaggiata. Contemperando la sua funzione di contrasto all'erosione costiera e la tutela dell'imprenditoria turistico-balneare sarda. Tema che, nel mio ruolo di coordinatore della Commissione Ambiente della Conferenza delle Regioni, intendo portare all'attenzione degli altri colleghi”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop