Tissi

Tissi aderisce a “Una scelta in comune”

Il Sindaco Gianmaria Budroni: “Stimolare l'attenzione su questo tema così importante e delicato”

Tissi aderisce a “Una scelta in comune”

Di: Antonio Caria


Il Comune di Tissi amministrato dal Sindaco Gianmaria Budroni ha deciso d al progetto “Una scelta in Comune” che dà l’opportunità ai cittadini maggiorenni di esprimere il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti, al momento del rilascio o rinnovo della Carta d'identità sia in formato  cartaceo o elettronica. 

“Il progetto – queste le parole del Sindaco GianMaria Budroni – è finalizzato non solo a rendere più semplice e comoda per i cittadini l'espressione di volontà, ma anche a stimolare l'attenzione su questo tema così importante e delicato”.

Non è necessario presentare nessuna documentazione se non quella richiesta per il rilascio della carta di identità.

Queste le modalità: Il cittadino maggiorenne che si reca presso gli uffici dell’anagrafe per il rilascio della carta di identità può dichiarare la propria posizione (consenso o diniego) rispetto alla donazione degli organi dopo la morte.

Inoltre il cittadino potrà decidere liberamente se rilasciare o meno una dichiarazione. In caso affermativo gli sarà consegnato un modulo in duplice copia sul quale dichiarerà la propria volontà. L’operatore inserirà tale posizione sulla maschera informatica predisposta e consegnerà al cittadino una copia come ricevuta. La volontà del cittadino verrà trasmessa al SIT in via telematica, (Sistema Informativo Trapianti), unitamente ai dati anagrafici del dichiarante e agli estremi del documento d'identità, al fine di consentire la consultazione da parte del Coordinamento Regionale per i Trapianti (CRT). 

“Dare in vita il consenso o il diniego alla donazione degli organi e dei tessuti –  rimarca Budroni – è una scelta consapevole, non un obbligo. In ogni caso non esiste il silenzio assenso: questo significa che se non c’è una propria dichiarazione di volontà fatta in vita, in caso di morte celebrale, verrà chiesto il parere ai familiari aventi diritto. In qualsiasi momento si può cambiare la propria scelta rivolgendosi all'Azienda sanitaria, oppure al momento del successivo rinnovo della Carta d’identità".

L'espressione della volontà sulla donazione è facoltativa e può essere dichiarata con una delle modalità previste dalla legge, presso le Associazioni di donatori (solo consenso), le Aziende sanitarie, i Coordinamenti Regionali per i Trapianti e i Comuni aderenti al progetto “.Una scelta in Comune”.

Il servizio è gratuito. Viene richiesto soltanto il pagamento della carta di identità. I tempi di evasione sono immediatamente al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità.

A detta del primo cittadino “Una scelta in Comune è lo snodo per sbloccare la situazione, per aumentare il numero di potenziali donatori, come amministrazione abbiamo la responsabilità e l'obbligo di promuovere tali iniziative, perché se qualcuno non si fa carico di questi temi, gli stessi rischiano di passano in sordina perché si pensa che alcune cose capitino sempre agli altri”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop