Uta

Cocaina e hashish per il marito detenuto a Uta, nei guai una donna

Era stata ammessa al colloquio, ma la polizia penitenziaria ha notato il passaggio

Cocaina e hashish per il marito detenuto a Uta, nei guai una donna

Di: Redazione Sardegna Live


Aveva con sé un ovulo di cocaina e hashish per il marito detenuto nel carcere di Uta, a Cagliari. A renderlo noto il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

"Una donna ammessa al colloquio in carcere - racconta il dirigente Antonello Moro - con il familiare detenuto ad un certo punto cedeva un ovulo di sostanza stupefacente, che l'uomo prontamente celava nel retto".

Gli agenti di polizia penitenziaria hanno però notato il passaggio verificandone la natura. L'uomo ha così espulso l'ovulo che conteneva cocaina e hashish per un totale di circa dieci grammi.

"Questo ennesimo rinvenimento di stupefacente destinato a detenuti - così il segretario generale del sindacato Donato Capece - evidenzia una volta di più come sia reale e costante il serio pericolo che vi sia chi tenti di introdurre droghe in carcere. Hashish, cocaina, eroina, marijuana e subutex, una droga sintetica, sono quelle più diffuse e sequestrate".

Il Sappe sollecita una maggiore presenza del reparto cinofilo della polizia penitenziaria nelle carceri.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop