Borore

Pecorino Romano Dop. Murgia: “Piano da migliorare”

L’Assessora all’Agricoltura: “Valorizzare tutta la filiera”

Pecorino Romano Dop. Murgia: “Piano da migliorare”

Di: Antonio Caria


“Il nuovo piano di regolazione 2019-2022 dell'offerta del Pecorino romano non sembra in grado di rappresentare lo strumento per limitare l'oscillazione del prezzo del Pecorino romano Dop, che determina il prezzo del latte di pecora. Perché in buona sostanza non introduce, se non in misura minima e comunque con meccanismi fortemente derogatori, nuovi limiti alla produzione”.

Lo ha sottolineato questa mattina l’assessora regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, che è intervenuta all’assemblea dei soci del Consorzio del Pecorino romano Dop che si è tenuta a Borore

“È ormai dimostrato – ha aggiunto – che il crollo del prezzo del latte nei diversi momenti di crisi è stato creato dalla sovrapproduzione del Pecorino romano. Un piano che non tenga conto di questo stato di cose non può avere l'avallo della Regione. In un momento nel quale il mondo delle campagne vive uno stato di difficoltà, dovuto anche al basso livello dei prezzi pagati per le produzioni, un consorzio che si occupa della tutela del marchio, della Sardegna, non si può disinteressare dell'impatto delle proprie scelte sulle imprese della produzione primaria, che sono la componente più debole e esposta della filiera”.

“L’amministrazione regionale – ha concluso la Murgia – vuole la valorizzazione di tutta la filiera. Alle aziende impegnate nella produzione deve essere garantita la giusta remunerazione del proprio prodotto e il giusto riconoscimento del proprio lavoro”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop