Pozzomaggiore

Beatificazione di Edvige Carboni. Il vescovo Mauro Maria Morfino: “Luce abbagliante per tutta la Chiesa sarda”

La cerimonia è in programma sabato 15 giugno. La celebrazione sarà presieduta dal Cardinale Angelo Becciu

Beatificazione di Edvige Carboni. Il vescovo Mauro Maria Morfino: “Luce abbagliante per tutta la Chiesa sarda”

Di: Antonio Caria


C’è grande attesa a Pozzomaggiore per la cerimonia di beatificazione di Edvige Carboni, in programma sabato 15 giugno. Un evento che richiamerà sicuramente una folla di fedeli provenienti da ogni parte dell’isola.

A questo proposito, il vescovo di Alghero-Bosa Mauro Maria Morfino ha inviato una lettera a tutte le Chiese della Diocesi per rimarcare l’importanza di questa Beatificazione.

“Con larghezza di cuore davanti al grande dono del ministero ricevuto confesso anche la grande fragilità della mia esistenza – si legge -. Anche adesso la Parola illumina questo momento dove il dolore è fecondo, ed insieme ad altri fratelli, mi chiama ad identificarmi, più da vicino al mistero del Signore Gesù che è crocifisso, morto e risorto”.

Morfino prosegue sottolineando come “Tutti siamo chiamati a gustare della presenza del Signore e nel dolore facciamo esperienza dell’irruzione della salvezza, della compassione e dell’amore gratuito di Dio nella nostra vita. Ho sentito la vicinanza di ciascuno e ho toccato con mano che quando un membro soffre, soffre tutto il Corpo”.

Il Vescovo ha anche ringraziato “Tutte le Comunità, i Presbiteri, i Diaconi, le Famiglie religiose e tutto il popolo santo di Dio per la vicinanza e la costante preghiera”.

Ecco quindi che Morfino ricorda l’importanza della beatificazione di Edvige Carboni che si terrà sabato 15 giugno a Pozzomaggiore. Cerimonia, questa, che sarà presieduta dal Cardinale di Pattada Angelo Becciu.

“È bello fare memoria – scrive ancora nella lettera – di coloro che non sono più presenti, che hanno faticato tuttavia, P. Fortunato Ciomei, i Padri Passionisti, il Comitato Promotore e coloro che hanno visto la giovane Edvige crescere, insieme a quanti si sono impegnati perché avessimo negli occhi e nel cuore un’immagine così vivida del Vangelo, così pienamente vissuto che sarebbe quasi impossibile pensare qualcosa di più grande e di più bello”.

“Edvige è nata nella nostra Diocesi – ha ribadito Morfino – qui ci sono i luoghi che, misteriosamente, l’hanno scolpita umanamente e spiritualmente. Abbiamo una di noi che ci viene presentata come Beata, una persona che ha saputo incarnare in se gli stili di vita di Gesù in modo talmente grande e visibile che il Signore stesso le ha donato i segni della sua Passione e la propone come testimone credibile verso la vita eterna”.

“Questa Beatificazione – ha aggiunto – non è un punto di arrivo ma di partenza. Incominciamo a convertire i nostri cuori, ad iniziare da quello del vescovo per arrivare al cuore di ciascuno. Non possiamo invocare la canonizzazione se non facciamo unità tra di noi scegliendo l’unica via possibile per umanizzare l’umano che siamo: assumere gli stili di vità di Gesù”.

“Edvige per Pozzomaggiore, per la Chiesa di Alghero-Bosa e per tutta la Chiesa sarda – conclude Morfino – è una luce abbagliante e sono certo che farà la sua parte per conservarci nell’unità”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop