Cagliari

Detenuto, malato contagioso, aggredisce un agente e gli sputa sul volto

L’allarme della Uil-Pa per voce del segretario Michele Cireddu: “Una gravità assurda, dov’è l tanto atteso repartino detentivo ospedaliero?”

Detenuto, malato contagioso, aggredisce un agente e gli sputa sul volto

Di: Alessandro Congia


L'agente coinvolto dovrà sostenere delle cure per cercare di scongiurare il contagio di patologie gravi.  “Speriamo disperatamente in un intervento dell'Assessore alla Sanità per consegnare il repartino detentivo ospedaliero prima che si verifichi una tragedia. Auspichiamo che l'indifferenza sin'ora dimostrata non sia bipartisan”. 

Sono stati minuti concitati, un detenuto ricoverato in ospedale esterno, ha inizialmente assunto atteggiamenti provocatori nei confronti della scorta, ha poi inveito pesantemente con minacce di ogni genere, si è avvicinato all'agente e lo ha letteralmente sputato nel volto ed alcune parti della saliva hanno raggiunto gli occhi. 

Il commento del segretario generale della Sardegna della Uil-Pa Polizia Penitenziaria Michele Cireddu lascia trasparire rabbia e preoccupazione: “Sono notizie che non avremmo mai voluto commentare, abbiamo denunciato la mancata consegna del repartino detentivo ospedaliero ai vertici dell'Amministrazione, abbiamo avuto un incontro con il Prefetto – dice Cireddu - congiuntamente al Provveditore dell'Amministrazione Penitenziaria, abbiamo denunciato lo speco di denaro pubblico alla corte dei conti, ci siamo rivolti all'Assessore alla sanità uscente e sin'ora incredibilmente non è arrivato nessun riscontro. Se il vertice dell'Amministrazione penitenziaria della Sardegna ha sostenuto la nostra vertenza, ci preoccupa e ci lascia l'amaro in bocca l'indifferenza sin'ora dimostrata dalle altre Istituzioni, intanto l'Agente coinvolto dovrà sostenere delle cure per cercare di scongiurare il contagio di patologie gravi. 

I servitori dello Stato che tra mille difficoltà stanno cercando di svolgere il proprio mandato non meritano di essere abbandonati dalle Istituzioni che rappresentano! Siamo letteralmente arrabbiati! Da tempo chiediamo di poter lavorare con gli strumenti e mezzi idonei, e, continuiamo a ribadire che non è a rischio solo l'incolumità dei nostri poliziotti ma di tutte le persone che transitano a qualsiasi titolo nei reparti ospedalieri, negli aeroporti e nei tribunali sardi. 

Il repartino detentivo ospedaliero è stato costruito in un ospedale cittadino, nel rispetto dei canoni di sicurezza, garantisce ogni possibile intervento sanitario ma addirittura ci è stato riferito che è stato destinato ad altri utilizzi da parte delle Autorità ospedaliere, pare infatti sia stato utilizzato come deposito attrezzi. 

“Tenteremo disperatamente di chiedere un intervento risolutorio al nuovo assessore alla Sanità ed al Presidente della Regione – conclude Michele Cireddu - sperando che l'indifferenza sin'ora dimostrata nei confronti dei nostri poliziotti non sia bipartisan”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop