Osilo

Inizia il quinto week end di Monumenti Aperti: ecco la tappa di Osilo

L’apertura ufficiale sabato 25 maggio alle 16.00. Tra i siti visitabili il Castello Malaspina e la Chiesa di Nostra Signora del Rosario

Inizia il quinto week end di Monumenti Aperti: ecco la tappa di Osilo

Di: Antonio Caria


Parte il quinto week end di Monumenti Aperti e tra i paesi protagonisti troviamo Osilo che, sabato 25 e domenica 26 maggio, aprirà 13 tra i siti più importanti del suo ampio patrimonio artistico e religioso. 

L’inaugurazione è in programma nella giornata di sabato alle 16.00 nel Palazzo Comunale, via Sanna doce ci saranno i saluti istituzionali ai tutor dei monumenti, ai ragazzi, al personale didattico e a tutti i volontari. Mentre la chiusura della manifestazione sarà domenica alle 20.30 in piazza Parrocchia. 

“Secoli e secoli di storia hanno donato a Osilo e al suo territorio un patrimonio culturale e artistico di inestimabile valore e, per vari aspetti, singolare – queste le parole del Sindaco Giovanni Ligios -. Per questo, dopo il successo degli anni scorsi, l’Amministrazione comunale ha rinnovato con piacere l’adesione a Monumenti Aperti anche per il 2019. Il positivo coinvolgimento nella manifestazione di tanti concittadini, professionisti o semplici appassionati, di diverse associazioni e della scuola testimonia l’esistenza nella nostra comunità di uno spirito identitario forte, ma proiettato con convinzione verso l’esterno per valorizzare le risorse di cui disponiamo. Risorse che abbiamo l’obbligo di preservare e che meritano di essere conosciute e apprezzate ben oltre i confini locali. Con l’auspicio che l’evento susciti l’interesse e la curiosità di chiunque venga a trovarci, rivolgiamo un sincero in bocca al lupo agli studenti impegnati per l’occasione come guide turistiche affinché non perdano mai l’entusiasmo con cui oggi promuovono la bellezza che ci circonda. Noi condividiamo pienamente il tema della manifestazione, “Radici al futuro”, e guardiamo al domani con gli occhi dei più giovani”. 

Ben 10 chiese: la Chiesa di Nostra Signora del Rosario, l’Immacolata Concezione e Collegiata, Sant’Antonio da Padova (Sant’Antoni ‘e sa punta) Nostra di Signora di Bonaria, la Cappella della Medaglia Miracolosa, Santa Croce, Santa Lucia, San Lorenzo, San Giovanni e Santa Vittoria. Saranno poi visitabili i Mulini di San Lorenzo e il Palazzotto Satta, oltre che il Castello. Tra gli eventi collaterali Monumenti in movimento: i monumenti aprono le loro porte al “Fiat 500 club di Florinas” e ai cultori e appassionati della celebre utilitaria italiana e delle due ruote storiche mentre domenica dalle 9.30 nel centro storico si susseguiranno rievocazioni storiche medievali a cura dell’associazione Giudicato di Torres. 

Durante tutta la manifestazione saranno presenti numerose esposizioni di artiste e artisti locali. I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle 17.30 alle 20.00 e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. 

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop