Cagliari

Guardie giurate alla fame, Lecis: “Cinque mesi senza stipendio, cosa dobbiamo fare?”

Il sit in di protesta con lo sciopero davanti ai cancelli dell’ex Cooperativa Vigilanza Sardegna, in via Grecale, ora Secur Group: “Debiti e lacrime amare”

Guardie giurate alla fame, Lecis: “Cinque mesi senza stipendio, cosa dobbiamo fare?”

Di: Alessandro Congia


Sardegna Live ha più volte affrontato la drammatica situazione che stanno vivendo da mesi i vigilantes armati che indossano la divisa del gruppo Secur spa, ex Vigilanza Sardegna, un tempo un impero della sicurezza privata nell’Isola. 

Antonello Lecis, dell’Ugl, ha da sempre raccolto le istanze delle gpg (guardie particolari giurate) che stanno vivendo il penoso dramma: senza tredicesima, senza busta paga da cinque lunghi ed estenuanti mesi. Eppure, ogni giorno ognuno di loro indossa la divisa, effettuano le ronde di pattuglia o i servizi di piantone, ma a fine mese nessun centesimo. 

In Prefettura a nulla sono valsi i diversi incontri tra sindacati di categoria e Istituzioni per venire a capo del problema: questa mattina una delegazione di lavoratori si è riunito davanti ai cancelli della sede di via Grecale e nei prossimi giorni non si escludono altre forme di protesta contro l’attuale dirigenza della società di vigilanza. 

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop