Cagliari

3mila imprese e 12mila addetti. Confartigianato Sardegna: “Ma il settore non riparte”

Antonio Matzutzi: “Influsso negativo della crisi e del rallentamento del ciclo economico”

3mila imprese e 12mila addetti. Confartigianato Sardegna: “Ma il settore non riparte”

Di: Antonio Caria


Sono oltre 3mila le imprese della meccanica che in Sardegna che, tra indotto e diretto, offrono opportunità a più di 12mila addetti.

Sono questi  numeri del dossier su “Meccanica: imprese, artigianato e specializzazione dei territori a fine 2018”, realizzato dall’Ufficio Studi di Confartigianato Sardegna, su rilevazione Unioncamere-Infocamere.

“Questi dati ci preoccupano – ha dichiarato il presidente Antonio Matzutzi –perché sono il segno di una sofferenza non ancora superata nel comparto delle Piccole e Medie Imprese, penalizzate dagli ultimi colpi di coda della crisi e da una congiuntura economica tutt’altro che stabilizzata”.

Questi i numeri delle province sarde Cagliari 1.422 imprese, di cui 824 artigiane (il 57,9%), Sassari con 964 (675 artigiane, il 70%), Nuoro con 463 (347 artigiane, il 74,9%) e Oristano con 218 (156 artigiane, il 71,6%).

I dati sulla nati-mortalità della Sardegna mettono in risalto una crisi del settore che, tra il 2017 e il 2018, nel totale delle imprese ha perso lo 0,9%, e tra le artigiane l’1,7%.

“La realtà – ha aggiunto – ci dice che bisogna ripartire dall’apprendistato per offrire risposte efficaci alle imprese e per preparare i giovani ad entrare in un mercato del lavoro che, anche nella meccanica, richiede competenze tecniche evolute imposte anche dalla rivoluzione digitale. Gli attesi interventi del Governo per l’occupazione giovanile dovranno, quindi, rilanciare questa “palestra” in cui i giovani studiano e lavorano”.

Secondo il segretario regionale di Confartigianato imprese Sardegna Stefano Mameli,  “La valutazione della dinamica del comparto della meccanica, va inserita in un contesto di rallentamento del ciclo economico, caratterizzato da un basso profilo, soprattutto della domanda interna. Non è un mistero, infatti, che, per esempio, le costruzioni e le opere pubbliche siano rallentate o bloccate, influendo negativamente in un comparto che vive, nella maggior parte, di commesse pubbliche”.

“Esistono, tuttavia – ha concluso Mameli – delle realtà che grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, stanno crescendo e si stanno affacciando sui mercati extraregionali”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop