Cagliari

Porto Canale, Deidda (FdI): “Urgente intervenire, garantire i posti di lavoro e rilanciare lo scalo”

Fratelli d'Italia, con il deputato Salvatore Deidda, ha presentato una interpellanza rivolta ai Ministri dei Trasporti, dell'Economia e dello Sviluppo economico

Porto Canale, Deidda (FdI): “Urgente intervenire, garantire i posti di lavoro e rilanciare lo scalo”

Di: Alessandro Congia


La Iterc, impresa terminalista che gestisce, in appalto, il traffico merci nel Porto Industriale di Cagliari, sarà costretta ad avviare i primi 40 licenziamenti e ciò in ragione del crollo drastico delle commesse, ridotte finanche dell’80%;  le organizzazioni sindacali, da tempo, denunciano la grave situazione di crisi del citato scalo portuale ed in particolare lamentano l’assenza di interlocuzioni con la Cict e il gruppo Contship Italia di cui la Cict fa parte: e ciò, nonostante che sia stata, a più riprese, promessa, dal Ministero, l’apertura di un tavolo di concertazione nel quale la medesima Contship avrebbe dovuto chiarire i propri progetti per lo sviluppo dello scalo. Lo ha annunciato in Parlamento, attraverso un’interpellanza, il deputato sardo Deidda. 

Fratelli d'Italia, con il deputato Salvatore Deidda, ha presentato una interpellanza rivolta ai Ministri dei Trasporti, dell'Economia e dello Sviluppo economico per informarli di quanto sta accadendo a Cagliari e per chiedere quali azioni intendono intraprendere, prima fra tutti convocare urgentemente un tavolo in cui intraprendere tutte le azioni necessarie per il rilancio del porto industriale di Cagliari. Inoltre, il deputato Deidda ricorda l'impegno del Governo sulla zona franca, a partire proprio dai porto e in particolare quello di Cagliari. E' inspiegabile che ancora, nonostante ci fossero gli stanziamenti, ancora non sia partita la zona franca. 

Nelle scorse settimane sono stato a Trieste e sono venuto a conoscenza di grandi progetti che stanno andando avanti e molti che devono partire e Trieste gode della zona franca mentre Cagliari non solo rimane al palo ma rischia di scomparire per l'immobilità gestionale e politica. Un fatto che non deve assolutamente accadere" dichiara Salvatore Deidda " per questo intendiamo sollecitare il Governo ad agire prontamente. Siamo pronti a votare e sostenere qualsiasi iniziativa utile alla salvaguardia dei posti di lavoro e il rilancio dello scalo".

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop