Stintino

“Stintino Plastic free”: una campagna per la promozione del rispetto dell’ambiente

Ad aprile e maggio una giornata di pulizia delle spiagge e un convegno per sensibilizzare studenti e cittadini

“Stintino Plastic free”: una campagna per la promozione del rispetto dell’ambiente

Di: Antonio Caria


“Stintino Plastic free”. È questo il nome della campagna che vede il paese turistico che si affaccia sul golfo dell'Asinara impegnato nella promozione di buone pratiche per il rispetto dell'ambiente e del mare.

Il Comune amministrato dal Sindaco Antonio Diana ha, infatti, aderito all'iniziativa del ministero dell'Ambiente, #Iosonoambiente e #PlasticFree, che è anche pronto a coinvolgere le scuole e la popolazione.

Un “No alla plastica” che sarà ribadito nel corso di due appuntamenti durante i quali i giovanissimi studenti delle scuole, cittadini e associazioni, si dedicheranno “pulizia dei litorali” e poi per un convegno scientifico sugli effetti dell'inquinamento da plastica.

“Numerose ricerche a livello mondiale – afferma il primo cittadino – dicono che ogni anno circa 8-15 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare. Un problema enorme che, a causa delle microplastiche che entrano nella catena alimentare, ha ripercussioni negative anche sulla salute dell'uomo”.

“C’è un vero e proprio invito da parte del ministro dell'Ambiente Costa – afferma Martino Cugusi, consigliere con delega all'Ambiente – verso tutte le amministrazioni pubbliche a essere da esempio ai cittadini, bandendo la plastica monouso. E noi vogliamo andare verso questa direzione”

La giornata di “Pulizia dei litorali” si svolgerà il 17 aprile alle Saline e alla Pelosa coinvolgerà le scuole di Stintino, in collaborazione con il coordinatore del Progetto Life+ Sterna, Daniele Pisu, con la compagnia barracellare di Stintino e il Parco nazionale dell’Asinara.

“L’organizzazione della giornata di pulizia dei litorali e il coinvolgimento delle scuole – spiega Antonella Mariani, assessore all'Istruzione – ha l'obiettivo di far apprendere, attraverso l’esperienza diretta, la portata del fenomeno che sta interessando i nostri mari e sensibilizzare, così, i giovani e le loro famiglie alla necessità di contrastare l’inquinamento da plastica”.

Il convegno, in programma a maggio, avrà come tema portante l’inquinamento da plastica e tra i suoi obiettivi principali quello di contribuire significativamente a ridurre l’utilizzo di plastica usa e getta.

La giornata, rivolta ai cittadini, ai ragazzi delle scuole, agli studenti, ai ricercatori, ai turisti, alle imprese, coinvolgerà anche il Parco nazionale dell’Asinara – Area marina protetta, il Consorzio nazionale Polieco, diverse associazioni ambientaliste, le scuole, l’Università, il Dumas con la docente Donatella Carboni, e altre istituzioni. Sarà un’occasione per presentare i risultati della campagna ambientale per la corretta fruizione della spiaggia della Pelosa.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop