Cagliari

Premiato a Parigi lo spot dell’Università di Cagliari contro la violenza di genere

"Chi ama non taglia le ali” e’ stato riconosciuto “Best Animation” all’ Arff - Around Films International Festival

Premiato a Parigi lo spot dell’Università di Cagliari contro la violenza di genere

Di: Redazione Sardegna Live


Lo spot realizzato dall’Università degli Studi di Cagliari in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne ha vinto un premio di prestigio e di grande eco internazionale.

“Chi ama non taglia le ali” - questo il titolo e il messaggio forte del video ideato e curato per conto dell’Ateneo cagliaritano dalla designer sarda Carolina Melis e da Andrea Iannelli e Massimo Moi, rispettivamente regista e copywriter dell’agenzia di comunicazione Relive Communication - ha ottenuto il riconoscimento di “Best Animation” nel contesto del Festival ARFF - Around films International festival. Si tratta di un collettivo artistico indipendente che riunisce i miglior registi internazionali nell’ambito dei lungometraggi, documentari, cortometraggi, video commerciali, video musicali, animazioni, film per studenti, TV, serie e nuovi media. Lo spot, distintosi per la modernità dei suoi tratti artistici e per l’originalità del linguaggio attraverso cui è stato trattato il messaggio contro la violenza sulle donne entrerà ora nella piattaforma e nei circuiti del Around Film Festival.

Soddisfazione è stata espressa dal Rettore Maria Del Zompo: “Sono contenta di questo riconoscimento – dichiara – e orgogliosa di un Ateneo che nel portare avanti la sua mission di didattica e di ricerca, svolge anche un ruolo importante nella diffusione di un messaggio teso alla valorizzazione della figura femminile e contro la violenza”.

Si tratta di un’occasione importante per l’Università degli Studi di Cagliari, che con questo premio conferma anche in una dimensione europea il suo impegno culturale per la parità e contro la violenza di genere, andando oltre il 25 novembre, e introducendo linguaggi di comunicazione innovativi, capaci di raccontare in modo alternativo un male ancestrale come la violenza, trasmettendo una nuova consapevolezza ad un pubblico sempre più largo.  

Come si ricorderà, il video di grande impatto emotivo  – realizzato grazie alle indicazioni del Comitato Unico di Garanzia presieduto dal Prorettore vicario Francesco Mola - è stato diffuso inizialmente sui pullman del CTM, sui monitor dell’aeroporto di Cagliari-Elmas e mostrato ai tifosi alla Sardegna Arena durante la gara del Cagliari contro il Torino, e continua ad essere mostrato dal Rettore e dai vertici dell’Ateneo durante corsi, convegni e conferenze sul tema: l’ultima volta, la settimana scorsa nella sede della Direzione regionale dell’INPS, in occasione della intitolazione della sala riunioni dell’ente alla memoria di Marisa Della Rocca, uccisa dal marito nel 2007.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop