Cagliari

Tavolo del latte. La proposta degli industriali è di 65 cent: fischi e malcontento a Cagliari

La prima giornata di trattative non poteva andare peggio

Tavolo del latte. La proposta degli industriali è di 65 cent: fischi e malcontento a Cagliari

Di: Redazione Sardegna Live


Si è conclusa come peggio non poteva, a Cagliari, la prima giornata di trattative attorno al Tavolo del latte.

Dopo cinque ore di confronto le parti in causa non hanno trovato alcun accordo con gli industriali che hanno proposto 65 centesimi al litro.

Urla e fischi da parte dei pastori radunati in attesa fuori dal palazzo della Regione.

Il tavolo regionale per il prezzo del latte è stato convocato presso la sede della Giunta regionale in viale Trento dall’assessore all’Agricoltura Pierluigi Caria e presieduto dal governatore Francesco Pigliaru.

Dalle 15 alle 21 si è tenuto un acceso confronto fra gli industriali del formaggio, la Lega delle Cooperative, i Consorzi di tutela delle tre Dop, Pecorino romano, Pecorino sardo, Fiore sardo e ancora i rappresentanti di Cia, Confagricoltura, Copagri e Oilos. Grandi assenti Coldiretti, Confcooperative e il Movimento Pastori Sardi.

Presenti anche il presidente Anci Emiliano Deiana e una delegazione dei pastori che in maniera spontanea e inarrestabile hanno portato avanti la grande rivolta di questi giorni.

Domani alle 15, presso il Viminale, è convocato il tavolo nazionale voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. In quella occasione sarà presente anche il ministro delle Politiche agricole Gianmarco Centinaio, oltre al presidente della Regione Francesco Pigliaru.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop