Cagliari

In aumento l’energia verde prodotta in Sardegna

Stefano Mameli: «Comparto vivace che punta sull’eco-efficienza e incide positivamente anche sulla riqualificazione degli immobili»

In aumento l’energia verde prodotta in Sardegna

Di: Antonio Caria


L’energia prodotta nell’isola è sempre più verde. Secondo quanto comunicato da Confartigianto Imrpese Sardegna, sarebbero 2mila 123 i kilowatt/ora che ogni sardo “genera” attraverso le fonti di energia rinnovabile quali l’idroelettrico, l’eolico, il fotovoltaico e le biomasse.

Un dato che pone l’isola al sesto posto in Italia dopo Valle d’Aosta, Basilicata, Molise, Puglia e Toscana. Negli ultimi 3 anni, la produzione è cresciuta di 761 kilowatt per ogni abitante.

Positivo anche il dato sul numero delle imprese interessate che operano, direttamente o indirettamente, nel settore: 2mila 510, un lieve ribasso dello 0,1 % rispetto al 2017, quelle che realizzano, montano e manutengono motori, generatori, impianti elettrici, turbine, e pannelli fotovoltaici, che producono energia, e trasformano le biomasse.

«Nonostante la crisi e le incertezze legate al drastico ridimensionamento degli incentivi statali per le rinnovabili – ha commentato Stefano Mameli, Segretario di Confartigianato Sardegna – nella nostra Isola cresce la produzione e reggono bene anche le aziende legate ai servizi, alla manutenzione degli impianti e alla generazione dell’energia stessa. Ciò fa bene all’ambiente e all’economia» 

«I numeri – ha aggiunto – sottolineano la vivacità di un comparto che punta sull’eco-efficienza e che offre grandi potenzialità di sviluppo alle piccole imprese, sia in termini di innovazione, sia del mantenimento dei posti di lavoro».

A livello territoriale, invece, 1.130 si trovano in provincia di Cagliari (decrescita dell’1,4%), 840 in quella di Sassari (crescita dell’1,4%), 339 a Nuoro (+0,3%) e 201 a Oristano (invariata).

Inoltre, in Sardegna sarebbero 9mila 352 le imprese della manifattura e dei servizi che, nel triennio 2014-2017, hanno investito in prodotti e tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di anidride carbonica in atmosfera, secondo i dati del rapporto “GreenItaly 208” di Fondazione Symbola e UnionCamere.

«Le buone performance registrate – ha sottolineato il Segretario – sono anche il frutto delle misure messe in campo negli ultimi anni dai bandi dedicati agli incentivi sull’efficientamento energetico da parte della Regione. Pertanto è auspicabile, da parte della Pubblica Amministrazione, che venga confermata l'attenzione verso questo settore, che punta sull'innovazione, con un know how ormai consolidato che ha dimostrato di portare ossigeno a numerosi settori, in particolare all’edilizia”. “Ed è proprio questo comparto che concluso Mameli – grazie alla crescita delle rinnovabili, unita agli interventi di risparmio energetico che il Governo si appresta a prorogare, potrebbe vedere ulteriormente crescere gli interventi dei privati sulla riqualificazione energetica degli stabili”.

 

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop