In Sardegna

StrangeForLife, in canoa contro i tumori: “Pagaiamo assieme per un obiettivo solidale”

L’equipaggio, formato da undici donne che hanno affrontato e superato una neoplasia, salpa il 5 agosto dal Poetto per San Teodoro

StrangeForLife, in canoa contro i tumori: “Pagaiamo assieme per un obiettivo solidale”

Di: Alessandro Congia


Venerdì 15 giugno, dalle 8.30, la sala convegni del Banco di Sardegna - viale Bonaria, n. 33, Cagliari - ospita il convegno dal titolo “L’attività sportiva nel tumore della mammella”. Presieduto da Andrea Loviselli, l’evento è occasione per presentare il progetto “StrangeForLife, pagaiamo insieme per un obiettivo solidale”. 

TEMPERAMENTO E CORAGGIO. Il 5 agosto un equipaggio composto da undici donne, che hanno affrontato e superato un tumore alla mammella, salpa da Cagliari a San Teodoro in canoa come iniziativa di studio e di solidarietà a sostegno dei malati tumorali. L’iniziativa punta a raccogliere fondi per l’acquisto di strumenti di diagnosi da donare all’Ospedale Oncologico Businco. L’evento viene presentato venerdì nel corso dei lavori di presentazione, inquadramento scientifico e culturale del progetto “StrangeForLife, pagaiamo insieme per un obiettivo solidale”. 

PROGETTO SOLIDALE. Nell’ambito di StrangeForLife 2018, le donne, a bordo di una canoa polinesiana, pagaieranno da Cagliari a San Teodoro, percorrendo una distanza di360 chilometri e affrontando insieme le difficoltà insite in questa straordinaria avventura sportiva. L’equipaggio, le cui componenti hanno vissuto tutte una storia di neoplasia, salperanno dalla rotonda a mare dello stabilimento “Il Lido” del Poetto di Cagliari alla volta di San Teodoro, destinazione che si prevede venga raggiunta dopo sette giorni di navigazione sotto costa. Durante l’impresa le canoiste saranno seguite da un team di medici e nutrizionisti, con il supporto tecnico di Marco Frau - canoista e laurea in Scienze motorie preventive e adattate - e da Daniele Strano - canoista e fondatore di StrangeForLife. 

RELATORI ED ESPERTI. I lavori del convegno sono presieduti dal professor Loviselli, coordinatore corso di laurea in Scienze attività motorie e sportive dell’Università di Cagliari. Tra i moderatori, Marco Scorcu, consigliere nazionale Federazione medico sportiva italiana. “La finalità dell’incontro e del progetto che lo qualifica, è quella di trasmettere un messaggio positivo: insieme possiamo ottenere traguardi anche quando ci sembrano irraggiungibili e anche quando la vita incontra la malattia. Ogni donna che parteciperà all’impresa ha vinto la propria personale battaglia contro il cancro. Si tratta di un’iniziativa altamente umanitaria in quanto prevede la raccolta di fondi da destinare all’acquisto di strumenti di diagnostica da donare all’Ospedale Oncologico Businco di Cagliari” dice Andrea Loviselli. 

Ai lavori prendono parte - su argomenti di trade-union tra l’andare per mare e le malattie neoplastiche - gli oncologi Enrichetta Valle e Antonio Macciò, lo psicologo dello sport Marco Guicciardi, il tecnico della Federazione Italiana di Canoa e Kayak Andrea Argiolas e l’ingegner Andrea Fois, tecnologo esperto di comunicazioni transoceaniche. La relazione di apertura del convegno è di Alberto Concu, già ordinario di Metodi e didattiche delle attività sportive, mentre la relazione di Angelo Cerina, ginecologo e direttore scientifico Acquaforte Spa del Forte Village, chiude il convegno. Nel comitato scientifico, oltre al professor Loviselli e ad Alberto Concu, gli specialisti Fernanda Velluzzi, Andrea Deledda, Silvia Pisanu. Per StrangeForLife, Marco Frau (presidente) e Daniele Strano (istruttore di nuoto e socio fondatore).

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop