Cagliari

Sanità sarda, tagli ai presidi. Tocco: “Giù le mani dal San Giovanni di Dio”

Perché smantellare un punto di riferimento per i pazienti e per i turisti?

Sanità sarda, tagli ai presidi. Tocco: “Giù le mani dal San Giovanni di Dio”

Di: Alessandro Congia


“Occorre manifestare la massima preoccupazione in merito allo smembramento del San Giovanni di Dio”. E’ quanto sottolinea il vicepresidente della commissione salute in Consiglio Regionale Edoardo Tocco (FI),   che alza i toni della protesta contro il progressivo smantellamento di uno dei presidi ospedalieri che hanno assicurato le cure a tantissimi pazienti del capoluogo: “Il disegno della rete ospedaliera – prosegue l’esponente degli azzurri – mira alla soppressione della struttura. Sarebbe un disastro senza fine per i servizi essenziali della città”. 

Da scongiurare il blocco totale delle attività nel nosocomio cagliaritano: “E’ un polo sanitario diventato punto di riferimento per l’area vasta e non solo per la città. Sarebbe necessario prevedere un super ambulatorio con la tutela di tutti i reparti e le prestazioni d’urgenza in regime ambulatoriale – conclude Tocco – E’ necessaria una nuova mobilitazione per assicurare la sopravvivenza dell’unico complesso sanitario capace di assicurare un’assistenza nel cuore del capoluogo”.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop