Cagliari

“Leggendo Metropolitano”, dal 7 al 10 giugno al via la decima edizione

Tra i Giardini Pubblici e il Teatro Civico di Castello, quaranta incontri di letteratura, scienza e cultura

 “Leggendo Metropolitano”, dal 7 al 10 giugno al via la decima edizione

Di: Alessandro Congia


Quattro giorni per leggere, ascoltare, confrontarsi e scoprire i mille volti delle cultura immateriale. Le tante sfaccettature di cui si compone la letteratura, la scrittura, la musica, il teatro e tanto altro ancora in una manifestazione allestita da “Leggendo Metropolitano”, il Festival Internazionale di Culture e Tecniche Avanzate ideato e promosso dall’associazione Prohairesis, giunto quest'anno alla sua decima edizione.

“Dieci anni di costanza e lavoro, a cui la città di Cagliari ha partecipato sempre con grande entusiasmo facendo squadra con una vasta rete di operatori che coinvolge non solo Cagliari e la Sardegna ma tutta l'Europa”. Il primo intervento nella conferenza stampa organizzata sulla terrazza del Bastione di Saint Remy è di Marzia Cilloccu, assessore alle Attività Produttive e Turismo del Comune di Cagliari, che ha sottolineato subito uno dei punti fondanti del festival: l'internazionalità.

Da giovedì 7 giugno fino a domenica 10 i Giardini Pubblici, la Galleria d'arte e il Teatro Civico di Castello ospiteranno scrittori, artisti e giornalisti da tutto il mondo, in quaranta incontri tutti a ingresso gratuito, che vedranno protagoniste settanta illustri personalità della letteratura, della scienza e della cultura. Il tema scelto per quest'anno è coraggioso, profondo ed è stato sintetizzato in “Tengo famiglia”.

“Un tema di necessità e urgenza”. Ha aggiunto Paolo Frau, assessore alla Cultura del capoluogo. “La famiglia sta cambiando, non è solo il luogo degli affetti ma spesso anche di una serie di problematiche che toccano soprattutto le nuove generazioni e che si riverberano sulla scuola e altri ambienti”.

Di questo quindi si parlerà a Cagliari in occasione della decima edizione di “Leggendo Metropolitano” e sarà l'occasione per chiedersi  come certi modi di agire sviluppati proprio in ambito familiare possano aver generato contraddizioni e avversioni. Interrogativi che partendo dalla famiglia, indagheranno il ruolo delle Istituzioni, della classe dirigente e della scuola, luogo di distribuzione del sapere e di accesso alle competenze.

“Un progetto strutturale”, come lo definisce Barbara Argiolas, assessore regionale al Turismo che evidenzia l'importanza di un “turismo culturale soprattutto nell'anno europeo del turismo metropolitano. Leggendo Metropolitano e Monumenti Aperti fanno parte del nostro DNA, alimentano la nostra sete di conoscenza e offrono una riflessione su quello che è il nostro immenso patrimonio, non solo quello materiale”.

Per l'assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Dessena, il festival “Leggendo Metropolitano” “fa bene alla città di Cagliari e alla Regione perché è la dimostrazione che la cultura può mettere in moto economia e turismo”.

A chiudere gli interventi, dopo una attenta carrellata sul programma della manifestazione, è stato il suo ideatore e direttore artistico, Saverio Gaeta. “La sfida di “Leggendo Metropolitano“ ha dentro l'identità di un'isola ma ricerca il contatto dell'altro, dell'Europa”. Poche parole che bastano a spiegare come sia nata questa manifestazione e quale sia lo spirito che da dieci anni ne guida il successo.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop