Galtellì

Nel giorno dell'ultimo saluto a Francesco, il papà si rivolge ai giovani: "C’è sempre una speranza"

"É la famiglia che vi supporta nelle vostre decisioni, nelle vostre incertezze e nei vostri angoli bui"

Nel giorno dell'ultimo saluto a Francesco, il papà si rivolge ai giovani:

Di: Cristina Tangianu


Alle 15:48 il feretro di Francesco è arrivato in Piazza Parrocchia, dove ad attenderlo, in un lungo e toccante silenzio, c’era l’intera comunità di Galtellì. C’erano anche i suoi compagni e amici che, con in mano una rosa bianca, hanno creato due ali, in senso di protezione e vicinanza, e hanno accompagnato l’ingresso della bara bianca nella Chiesa del Santissimo Crocifisso. 

Tanti i giovani presenti, alcuni dei quali hanno ricordato il 14enne, con infinita sensibilità, nel corso della celebrazione funebre. 

“Sei diventato il nostro bellissimo angelo. Dacci la forza per andare avanti, ma soprattutto aiuta la tua famiglia”. E ancora: “Ti ricorderemo con la dolcezza dei tuoi occhi e con il tuo grande sorriso”.

I giovani al centro delle riflessioni del vescovo Monsignor Mosé Marcia, del parroco don Ruggero Bettarelli e del padre di Francesco, il sindaco Giovanni Santo Porcu. 

Quest’ultimo, al termine della Messa ha preso la parola per parlare proprio ai giovani della sua comunità, ma non solo. “In tre giorni, centinaia di persone sono entrate a casa mia. Le parole comuni erano forza, coraggio, speranza e fede. Noi partiremo proprio dalla fede, cercheremo di scavare in profondità  affinché la fede ci dia la forza, il coraggio e la speranza. Partendo da questa fede, da questa nostra parrocchia, comincio a raccogliere il mio coraggio. La tragedia di mio figlio mi ha fatto smarrire. Ma sto cercando di recuperarmi perché sono un marito e ho una moglie da sorreggere, sono un papà, ho altri due figli da portare a traguardi importanti e ho tutta la vostra stima. Noi Francesco lo abbiamo perdonato per quello che ha fatto. Stiamo ringraziando il signore per avercelo donato in questi 14 anni”.

“Allo stesso tempo - ha continuato con voce flebile ma sicura nelle parole e nel messaggio - vi vorrei dire cari giovani: c’è sempre una speranza. E se ci badate bene è sempre vicina a voi: parlo della famiglia. La famiglia è sempre un porto dove qualsiasi nave trova riparo dopo una burrasca. Su di essa dovete sempre far affidamento. É la famiglia che vi supporta nelle vostre decisioni, nelle vostre incertezze e nei vostri angoli bui. Non smarriamo questa strada. Costruitevi il vostro futuro di vita appoggiandovi alle vostre famiglie e vedere che ogni angolo buio troverà una risposta”. 

Parole, queste, accolte da un grande applauso, spontaneo, che ha coinvolto i numerosi presenti all’interno della Chiesa e la folla che si è raccolta in preghiera all’esterno.

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardiniaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop