Cagliari

La protesta dei lavoratori di Forestas: “Non siamo braccianti agricoli”

Da viale Trieste il corteo, con fischietti e tamburi, si è diretto verso il Consiglio regionale

La protesta dei lavoratori di Forestas: “Non siamo braccianti agricoli”

Di: ANSA


Giubbotti verdi con lo stemma dei Quattro Mori: sono inquadrati come braccianti agricoli, ma chiedono di rientrare nel contratto collettivo regionale.

Per avere - spiegano in un volantino - una situazione lavorativa migliore: sia per i diritti sia sul versante economico. Per questo oggi non sono andati a lavorare e hanno aderito allo sciopero.

Non solo: sono partiti da Sassari, Tempio, Nuoro, Ogliastra, Oristanese e Iglesiente e con bandiere e striscioni si sono dati appuntamento davanti all'assessorato regionale del Personale a Cagliari. In tutto circa un migliaio di lavoratori. La manifestazione è organizzata dalle sigle autonome Sadirs, Confederdia e Snaf.

"Vogliamo che la legge sia portata in consiglio- protestano i promotori dell'iniziativa- e vogliamo che sia l'assemblea regionale ad assumersi la responsabilità di dire che il contratto ci sarà riconosciuto". Da viale Trieste il corteo, con fischietti e tamburi, si è diretto verso il Consiglio regionale. Con una tappa, però, all'inizio di via Roma all'assessorato dell'ambiente. "Perché - spiegano i dipendenti di Forestas - dopo lo sciopero di giugno non è stato fatto alcun passo avanti per la nostra vertenza? Tutte le questioni sono state definite e risolte ma si continua a far finta che siano impedimenti".

I lavoratori chiedono parità di trattamento con gli altri dipendenti regionali. Ma anche all'interno di Forestas: "Ci sono al momento - protestano i sindacati - differenze di trattamento tra operai e impiegati".

Correlati

Il nuovo shop con prodotti tipici della Sardegna

SardegnaLive mette in vendita una serie di prodotti tipici dell’Isola, scopri i cesti regalo, i prodotti per il corpo ed i gadget nel nostro shop online.

Scopri lo shop